Involtini di riso, melanzane e sardine

Pochi ingredienti semplici, una forma accattivante e un gusto delizioso...
Ingredienti (per 4-6 persone):
riso_ribe_qualita_300
250 g riso basmati
250 g riso selvaggio
400 g petto di pollo
200 g pecorino toscano fresco
200 g germogli di soia
50 ml salsa di soia
50 ml acqua
miele
zenzero in polvere
erba cipollina
olio EVO
farina
sale, peperoncino fresco
panna acida

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Lavate le melanzane e tagliatele a fettine sottili; disponetele su un piatto e salatele per far loro perdere l'acqua, quindi asciugatele e grigliatele.
Tagliate a rondelle il peperoncino (se vi piace più piccante, lasciate i semi, altrimenti eliminateli).
Spezzettate grossolanamente le sardine.
Quando l'acqua bolle, salatela e lessate il riso; quando sarà cotto scolatelo e raffreddatelo sotto l'acqua.
Prendete una fetta di melanzana, spennellatela con un po' d'olio, metteteci al centro un cucchiaio di riso, dei pezzetti di sardina, timo, paprika e una fettina di peperoncino; arrotolate e legate con uno stelo di erba cipollina.
Servite gli involtini su un piatto da portata, accompagnando con panna acida.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Croxetti in insalata con salmone e aneto

La pasta dei nobili liguri, marchiata con il loro stemma, insieme al principe dei pesci, il salmone…
Ingredienti (per 4-6 persone):
Croxetti-1100x1100_300
500 g croxetti o corzetti
300 g salmone fresco a tranci
3 coste sedano bianco
3 carote
100 g noci
1 mazzetto aneto
100 ml panna acida
olio EVO
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Lavate, asciugate e tagliate a fettine il sedano.
Pelate, lavate, asciugate e, aiutandovi con un pelapatate, riducete le carote a striscioline.
Lavate, asciugate e tritate l'aneto.
Tritate grossolanamente le noci.
In un tegame, scaldate un po' d'olio, aggiungete il salmone e, man mano che si cuocerà, sbriciolatelo con una forchetta o un cucchiaio di legno, assicurandovi di eliminare la pelle e le spine. Lasciate intiepidire.
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffateci i croxetti.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e raffreddatela sotto l'acqua corrente, quindi, dopo aver fatto scolare nuovamente l'acqua, versatela in una zuppiera; aggiungete un filo d'olio e mescolate.
Aggiungete il salmone tiepido, il sedano, le carote, l'aneto, le noci e la panna acida; aggiustate di sale e pepe, mescolate con cura e portate in tavola.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Lorighittas in insalata con hummus, salame e pomodori sott'olio

Una pasta tipica della Sardegna, in un'insalata dai sapori forti e un po' mediorientali…
Ingredienti (per 4-6 persone):
lorighittas_300
500 g lorighittas
300 g salame a stagionatura media
300 g hummus
150 g pomodori secchi sott'olio
150 g pecorino sardo stagionato
olio EVO
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Tagliate il salame a dadini.
Scolate i pomodori secchi e tagliateli a striscioline.
Sbriciolate il pecorino - attenzione, non dev'essere grattugiato - troppo fine - né tritato troppo grosso; potete metterlo in un mixer e dare brevi spunti finché non sarà in pezzetti piccoli ma non troppo.
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffateci le lorighittas.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e raffreddatela sotto l'acqua corrente, quindi, dopo aver fatto scolare nuovamente l'acqua, versatela in una zuppiera; aggiungete un filo d'olio e mescolate.
Aggiungete il salame, l'hummus, i pomodori secchi e il pecorino; aggiustate di sale e pepe, mescolate con cura e portate in tavola.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Insalata di gramigna con gamberi, formaggio spalmabile e rucola

Dolce, piccante, con un tocco di mare e la leggera acidità del limone…
Ingredienti (per 4-6 persone):
gramigna_300
500 g gramigna
300 g gamberi sgusciati
200 g pomodori ciliegini
150 g formaggio spalmabile
100 g rucola
50 g noci macadamia
olio EVO
buccia grattugiata di ½ limone
paprika
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua ed una più piccola per i gamberi.
Lavate, asciugate e tagliate in quattro i pomodorini.
Lavate, asciugate e spezzate grossolanamente con le mani la rucola.
Tritate grossolanamente le noci macadamia.
Lessate i gamberi per 2-5 minuti a seconda della grandezza.
In una ciotola, lavorate il formaggio con la paprika per renderlo cremoso.
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffateci la gramigna.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e raffreddatela sotto l'acqua corrente, quindi, dopo aver fatto scolare nuovamente l'acqua, versatela in una zuppiera; aggiungete un filo d'olio e mescolate.
Aggiungete i gamberi, i pomodorini, la rucola, le noci macadamia, il formaggio mescolato alla paprika e la buccia di limone; aggiustate di sale e pepe, mescolate con cura e portate in tavola.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Insalata di gemelli con prosciutto di Sauris, Roquefort e cetrioli

Quando il caldo arriva, cosa c'è di meglio di un'insalata di pasta fresca e saporita...
Ingredienti (per 4-6 persone):
gemelli-jpg_300
500 g gemelli
300 g prosciutto di Sauris
200 g Roquefort
100 g mais precotto
2 cetrioli medi
olio EVO
erba cipollina
paprika affumicata
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Lavate, asciugate e tagliate in quattro per lungo i cetrioli, quindi tagliateli ancora a fettine.
Tagliate a dadini il prosciutto di Sauris ed il Roquefort.
In una capace padella fate saltare brevemente il prosciutto.
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffateci i gemelli.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e raffreddatela sotto l'acqua corrente, quindi, dopo aver fatto scolare nuovamente l'acqua, versatela in una zuppiera; aggiungete un filo d'olio e mescolate.
Aggiungete anche il prosciutto, il Roquefort, il mais, i cetrioli, la paprika e l'erba cipollina tagliuzzata al momento; aggiustate di sale e pepe, mescolate con cura e portate in tavola.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Insalata di riso bicolore con pollo teriyaki

Un'insalata di riso dal sapore orientale, con un riso bicolore di sicuro effetto! Da servire anche tiepida...
Ingredienti (per 4-6 persone):
riiso basmati-selvaggio_300
250 g riso basmati
250 g riso selvaggio
400 g petto di pollo
200 g pecorino toscano fresco
200 g germogli di soia
50 ml salsa di soia
50 ml acqua
miele
zenzero in polvere
erba cipollina
olio EVO
farina
sale, peperoncino fresco

Mettete sul fuoco due pentole d'acqua per lessare i due risi.
Tagliate a dadini il pollo ed il pecorino e tritate l'erba cipollina.
Tagliate a rondelle il peperoncino (se vi piace più piccante, lasciate i semi, altrimenti eliminateli).
In una terrina, combinate la salsa di soia, l'acqua (se preferite un sapore più deciso, al posto dell'acqua utilizzate altri 50 ml di salsa di soia), un cucchiaino di zenzero in polvere, un cucchiaio di miele, l'erba cipollina e un cucchiaio di olio.
Aggiungete il pollo, coprite con pellicola trasparente e lasciate marinare almeno 30 minuti (anche tutta la notte in frigorifero, se volete).
In un tegame fate scaldare un po' d'olio, quindi aggiungete il pollo scolato dalla marinatura ed i germogli di soia e cuocete per 5 minuti.
Scolate il pollo e tenetelo in caldo e versate nel tegame la marinatura; aggiungete un cucchiaio di farina e fate addensare, quindi aggiungete nuovamente il pollo ed i germogli di soia, aggiungete anche il peperoncino a rondelle e mescolate accuratamente. Spegnete.
Quando l'acqua bolle, salatela e lessate i due risi, ricordando che per il riso selvaggio occorre un po' di tempo in più, scolateli e raffreddateli sotto l'acqua fredda.
In una capace ciotola versate i due risi, il pollo con la sua salsa, anche tiepida, il pecorino e mescolate molto bene.
Portate in tavola direttamente la ciotola e servite.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Fettuccine con pescespada e semi di papavero

Un piatto leggero e saporito, ideale per i primi giorni d'estate...
Ingredienti (per 4-6 persone):
fettuccine_300
500 g fettuccine
300 g pesce spada
200 g pomodori ciliegini
2 acciughe sott'olio
olio EVO
1 spicchio aglio
semi di papavero
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Pulite, lavate e sbucciate lo spicchio d'aglio.
Togliete la pelle e l'osso al pesce spada, e tagliatelo a dadini.
Lavate, asciugate e tagliate in quattro spicchi i pomodorini.
In una capace padella fate scaldare dell'olio e, quando sarà caldo, aggiungete l'aglio; lasciate imbiondire per qualche minuto poi toglietelo e aggiungete il pese spada e i pomodorini. Cuocete qualche minuto, aggiustate di sale e pepe, spegnete e tenete in caldo.
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffateci le fettuccine.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con il sugo; aggiungete 2 cucchiaini di semi di papavero, mescolate delicatamente per qualche minuto aggiungendo, se necessario, qualche cucchiaio di acqua di cottura, distribuite nei piatti e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Caccavelle alla messicana al forno

Le caccavelle sono la pasta più grande al mondo, ne basta una per persona...
Ingredienti (per 4-6 persone):
caccavella_300
500 g caccavelle
300 g pancetta affumicata
200 g fagioli rossi già lessati
200 g caciocavallo grattugiato
500 ml besciamella
olio EVO
1 cipolla
spezie tex-mex
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua e accendete il forno a 200°C.
Pulite, lavate e tritate la cipolla.
Tagliate la pancetta a dadini piccolissimi.
In una capace padella fate scaldare dell'olio e, quando sarà caldo, aggiungete la cipolla; lasciate imbiondire per qualche minuto, diluendo se necessario con un cucchiaio d'acqua, poi aggiungete la pancetta e, dopo qualche minuto, i fagioli rossi e abbondanti spezie tex-mex. Aggiustate di sale e pepe, spegnete e tenete in caldo.
Aggiungete il caciocavallo nella besciamella calda, e mescolate finché non sarà sciolto.
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffateci le caccavelle.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela. Prendete delle cocottine e versate sul fondo di ognuna un cucchiaio di besciamella; adagiatevi una caccavella, e riempitela con la besciamella a cui avrete mescolato il composto di pancetta e fagioli.; infornate per 15-20 minuti, eventualmente dorando per gli ultimi 2 minuti con il grill. Servite appena sfornate.
In alternativa potete passare in forno le caccavelle tutte insieme in una teglia, quindi suddividere nei singoli piatti e servire: l'effetto scenico sarà minore, ma il gusto no!
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Bigoli con cannellini e ventricina

Il miglior salame d'Italia insieme ad un formaggio fresco e cremoso e alla dolcezza dei cannellini...
Ingredienti (per 4-6 persone):
Bigoli_300
500 g bigoli
300 g ventricina del Vastese
200 g cannellini già lessati
100 g robiola
rosmarino
olio EVO
1 scalogno
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Pulite, lavate e tritate lo scalogno.
Lavate molto bene e asciugate il rosmarino.
Spellate la ventricina e tagliatela a dadini.
In una capace padella fate scaldare dell'olio con il rosmarino e, quando sarà caldo, aggiungete lo scalogno; lasciate imbiondire per qualche minuto, diluendo se necessario con un cucchiaio d'acqua, poi aggiungete la ventricina e, dopo qualche minuto, i cannellini e la robiola; lavorate aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura per ottenere un composto soffice e cremoso. Aggiustate di sale e pepe, spegnete e tenete in caldo.
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffateci i bigoli.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con il sugo; mescolate delicatamente per qualche minuto a fiamma bassa, quindi distribuite nei piatti e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Gigli con capesante e finocchietto selvatico

Il mare e la terra... la delicatezza delle capesante e l'asprezza del finocchietto... 
Ingredienti (per 4-6 persone):
gigli_300
500 g gigli o campanelle
400 g capesante sgusciate
2 mazzetti finocchietto selvatico
50 g pinoli
1 lime
burro, olio EVO
1 scalogno
brandy
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Pulite, lavate e tritate lo scalogno.
Lavate molto bene e asciugate il lime.
Sciacquate e asciugate le capesante, quindi separate il corallo dalla noce.
Pulite il finocchietto togliendo i gambi più duri, lavatelo e scuotetelo per eliminare l'acqua in eccesso, quindi lasciatelo sgocciolare.
In una capace padella fate scaldare del burro e, quando sarà caldo, aggiungete lo scalogno; lasciate imbiondire per qualche minuto, aggiungendo se necessario un cucchiaio d'acqua, poi aggiungete le capesante e soffriggetele brevemente; sfumate con il brandy e lasciate evaporare a fiamma alta. Aggiustate di sale e pepe, spegnete e tenete in caldo.
Frullate in un mixer un mazzetto di finocchietto con i pinoli e dell'olio per ottenere una crema abbastanza fluida.
Quando l'acqua bolle, salatela, tuffateci l'altro mazzetto di finocchietto e cuocete per 5 minuti; scolatelo e tagliuzzatelo. Intanto versate nell'acqua i gigli.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con le capesante; aggiungete la crema di finocchietto e il finocchietto lessato e tagliuzzato, mescolate delicatamente per qualche minuto a fiamma bassa, quindi distribuite nei piatti, aggiungete una grattugiata di buccia di lime (solo la parte verde) e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Riso venere con tacchino e carote al curry

Delicato e primaverile, un gioco di colori tra il nero del riso, il bianco della carne e l'arancio delle carote... per una sapore vagamente orientale...
Ingredienti (per 4-6 persone):
Riso_venere_black_rice_copertina-300
500 g riso venere
400 g petto di tacchino
200 g feta
2 carote
50 ml latte
1 scalogno
1 l brodo vegetale
vino bianco secco
burro
curry
sale, pepe nero macinato al momento, timo

Pelate, lavate, asciugate ed affettate finemente lo scalogno.
Pelate, lavate, asciugate e tagliate a dadini la carota.
Tagliate a dadini anche la feta ed il tacchino.
Scaldate il brodo.
In una pentola fate fondere un pezzo di burro, quindi aggiungete lo scalogno e il timo e fate rosolare per qualche minuto, poi aggiungete il tacchino e lasciate soffriggere per alcuni minuti; aggiungete anche il riso, tostate, poi sfumate con il vino bianco.
Appena il vino sarà evaporato continuate la cottura versando brodo caldo e mescolando regolarmente. Aggiustate di sale e pepe.
Contemporaneamente in un tegame sciogliete un pezzetto di burro e versate le carote ed il curry; continuate la cottura a fuoco molto dolce, aggiungendo se necessario qualche cucchiaio di brodo, in modo che rimangano croccanti. Aggiustate di sale e pepe.
Quando il riso sarà quasi cotto, aggiungete il latte e continuate a mescolare.
Infine, a cottura ultimata, spegnete il fuoco, aggiungete nella pentola le carote e la feta, mescolate e lasciate riposare per un paio di minuti.
Distribuite nei piatti e servite.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Tonnarelli gamberi e spinaci

Un piatto primaverile, adatto per le prime giornate di sole e caldo...
Ingredienti (per 4-6 persone):
tonnarelli_300
500 g tonnarelli
250 g gamberi già sgusciati e puliti
250 g spinaci novelli
100 g gherigli di noci
olio EVO
1 limone non trattato
1 scalogno
1 rametto di timo
vino bianco secco
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Pulite, lavate e tritate lo scalogno.
Sciacquate e asciugate gli spinaci.
Tritate grossolanamente le noci.
Lavate molto bene e asciugate il limone.
In una capace padella fate scaldare dell'olio con il timo e, quando sarà caldo, aggiungete lo scalogno; lasciatela imbiondire per qualche minuto poi aggiungete i gamberi. Rosolate ancora per qualche minuto, poi sfumate con il vino bianco, lasciate evaporare e continuate la cottura per pochi minuti. Aggiustate di sale e pepe.
Aggiungete gli spinaci e le noci, spegnete e tenete in caldo.
Quando l'acqua bolle, salatela e versatevi i tonnarelli.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con il sugo; aggiungete un paio di cucchiai di acqua di cottura e saltate per un paio di minuti, quindi distribuite nei piatti, grattugiate su ogni piatto un po' di buccia di limone (solo la parte gialla) e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Malloreddus tricolori con luganega e piselli

Potete usare anche i malloreddus monocolore...
Sarà un primo meno colorato, ma non per questo meno buono...
Ingredienti (per 4-6 persone):
malloreddus tricolore
500 g malloreddus tricolori
250 g luganega
200 g piselli freschi già sgranati
50 g pecorino romano grattugiato
olio EVO
1 cipolla rossa media
concentrato di pomodoro
rosmarino
zucchero
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Pulite, lavate e tritate la cipolla.
Spellate la luganega, quindi sgranatela in una scodella con un goccio d'olio, aiutandovi con una forchetta.
In una capace padella fate scaldare dell'olio e, quando sarà caldo, aggiungete la cipolla; lasciatela imbiondire per qualche minuto, aggiungendo se necessario un cucchiaio d'acqua, poi aggiungete anche la luganega, i piselli e il rosmarino. Rosolate ancora per qualche minuto, poi versate il concentrato di pomodoro diluito in mezzo mestolo di acqua di cottura con un pizzico di zucchero e continuate la cottura per alcuni minuti. Aggiustate di sale e pepe.
Quando l'acqua bolle, salatela e versatevi i malloreddus.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con il sugo; spolverate con il pecorino romano, saltate per un paio di minuti, quindi distribuite nei piatti e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Blecs del Friuli con salmone affumicato e asparagi

Una pasta regionale molto particolare... con un sugo primaverile, leggero e saporito! 
Ingredienti (per 4-6 persone):
blecs2_300
500 g blecs del Friuli
200 g salmone affumicato
250 g asparagi
3 tuorli di uova sode
burro
3-4 rametti timo
1 scalogno
dragoncello
sale, pepe bianco macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Pulite, lavate e tritate lo scalogno.
Lavate e pulite con attenzione gli asparagi, eliminate la parte dura del gambo (curvateli, si spezzeranno nel punto giusto...), tagliate circa 3 cm di punta e affettate il resto a rondelle di 5 mm di spessore.
Tritate il salmone a striscioline.
Sbriciolate i tuorli sodi.
In una capace padella fate scaldare del burro con il timo e, quando è caldo, aggiungete gli asparagi; lasciate insaporire a fuoco medio per 3-4 minuti, quindi continuate la cottura, bagnando se necessario con acqua di cottura, per 10-12 minuti. Aggiustate di sale e pepe. Quando gli asparagi saranno cotti, recuperate le punte e tenetele a parte.
Quando l'acqua bolle, salatela e versatevi i blecs.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con gli asparagi; aggiungete il salmone e il dragoncello, saltate per un paio di minuti, quindi distribuite nei piatti, decorate ogni piatto con qualche punta e una spolverata di briciole di tuorlo e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Spaghetti alla carbonara

Uno dei piatti più amati d'Italia, dalle origini non chiare...
Questa è la mia interpretazione!
Ingredienti (per 4-6 persone):
spaghetti-600x335_300
500 g spaghetti
300 g guanciale (o bacon affumicato) in un'unica fetta
5 tuorli d'uovo
150 g pecorino romano grattugiato
olio EVO
sale, pepe nero grattugiato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Tagliate il guanciale a dadini di circa 1 cm di lato.
In una capace padella fate scaldare pochissimo olio EVO e, quando è caldo, aggiungete il guanciale e rosolate finché non sarà  dorato come piace a voi.
In una terrina grande (dovrà contenere anche la pasta), sbattete i tuorli con metà del pecorino e abbondante pepe nero.
Quando l'acqua bolle, salatela poco e versatevi gli spaghetti.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con il guanciale; saltatela per un paio di minuti, quindi rovesciate il tutto nella terrina con le uova e mescolate velocemente aggiungendo altro pecorino e pepe nero, distribuite nei piatti e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF