Tonnarelli gamberi e spinaci

Un piatto primaverile, adatto per le prime giornate di sole e caldo...
Ingredienti (per 4-6 persone):
tonnarelli_300
500 g tonnarelli
250 g gamberi già sgusciati e puliti
250 g spinaci novelli
100 g gherigli di noci
olio EVO
1 limone non trattato
1 scalogno
1 rametto di timo
vino bianco secco
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Pulite, lavate e tritate lo scalogno.
Sciacquate e asciugate gli spinaci.
Tritate grossolanamente le noci.
Lavate molto bene e asciugate il limone.
In una capace padella fate scaldare dell'olio con il timo e, quando sarà caldo, aggiungete lo scalogno; lasciatela imbiondire per qualche minuto poi aggiungete i gamberi. Rosolate ancora per qualche minuto, poi sfumate con il vino bianco, lasciate evaporare e continuate la cottura per pochi minuti. Aggiustate di sale e pepe.
Aggiungete gli spinaci e le noci, spegnete e tenete in caldo.
Quando l'acqua bolle, salatela e versatevi i tonnarelli.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con il sugo; aggiungete un paio di cucchiai di acqua di cottura e saltate per un paio di minuti, quindi distribuite nei piatti, grattugiate su ogni piatto un po' di buccia di limone (solo la parte gialla) e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Malloreddus tricolori con luganega e piselli

Potete usare anche i malloreddus monocolore...
Sarà un primo meno colorato, ma non per questo meno buono...
Ingredienti (per 4-6 persone):
malloreddus tricolore
500 g malloreddus tricolori
250 g luganega
200 g piselli freschi già sgranati
50 g pecorino romano grattugiato
olio EVO
1 cipolla rossa media
concentrato di pomodoro
rosmarino
zucchero
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Pulite, lavate e tritate la cipolla.
Spellate la luganega, quindi sgranatela in una scodella con un goccio d'olio, aiutandovi con una forchetta.
In una capace padella fate scaldare dell'olio e, quando sarà caldo, aggiungete la cipolla; lasciatela imbiondire per qualche minuto, aggiungendo se necessario un cucchiaio d'acqua, poi aggiungete anche la luganega, i piselli e il rosmarino. Rosolate ancora per qualche minuto, poi versate il concentrato di pomodoro diluito in mezzo mestolo di acqua di cottura con un pizzico di zucchero e continuate la cottura per alcuni minuti. Aggiustate di sale e pepe.
Quando l'acqua bolle, salatela e versatevi i malloreddus.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con il sugo; spolverate con il pecorino romano, saltate per un paio di minuti, quindi distribuite nei piatti e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Blecs del Friuli con salmone affumicato e asparagi

Una pasta regionale molto particolare... con un sugo primaverile, leggero e saporito! 
Ingredienti (per 4-6 persone):
blecs2_300
500 g blecs del Friuli
200 g salmone affumicato
250 g asparagi
3 tuorli di uova sode
burro
3-4 rametti timo
1 scalogno
dragoncello
sale, pepe bianco macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Pulite, lavate e tritate lo scalogno.
Lavate e pulite con attenzione gli asparagi, eliminate la parte dura del gambo (curvateli, si spezzeranno nel punto giusto...), tagliate circa 3 cm di punta e affettate il resto a rondelle di 5 mm di spessore.
Tritate il salmone a striscioline.
Sbriciolate i tuorli sodi.
In una capace padella fate scaldare del burro con il timo e, quando è caldo, aggiungete gli asparagi; lasciate insaporire a fuoco medio per 3-4 minuti, quindi continuate la cottura, bagnando se necessario con acqua di cottura, per 10-12 minuti. Aggiustate di sale e pepe. Quando gli asparagi saranno cotti, recuperate le punte e tenetele a parte.
Quando l'acqua bolle, salatela e versatevi i blecs.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con gli asparagi; aggiungete il salmone e il dragoncello, saltate per un paio di minuti, quindi distribuite nei piatti, decorate ogni piatto con qualche punta e una spolverata di briciole di tuorlo e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Spaghetti alla carbonara

Uno dei piatti più amati d'Italia, dalle origini non chiare...
Questa è la mia interpretazione!
Ingredienti (per 4-6 persone):
spaghetti-600x335_300
500 g spaghetti
300 g guanciale (o bacon affumicato) in un'unica fetta
5 tuorli d'uovo
150 g pecorino romano grattugiato
olio EVO
sale, pepe nero grattugiato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Tagliate il guanciale a dadini di circa 1 cm di lato.
In una capace padella fate scaldare pochissimo olio EVO e, quando è caldo, aggiungete il guanciale e rosolate finché non sarà  dorato come piace a voi.
In una terrina grande (dovrà contenere anche la pasta), sbattete i tuorli con metà del pecorino e abbondante pepe nero.
Quando l'acqua bolle, salatela poco e versatevi gli spaghetti.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con il guanciale; saltatela per un paio di minuti, quindi rovesciate il tutto nella terrina con le uova e mescolate velocemente aggiungendo altro pecorino e pepe nero, distribuite nei piatti e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Risotto alla paprika

Un tocco di colore, un profumo intenso, un sapore deciso... tutto in un unico piatto!
Ingredienti (per 4-6 persone):
baldo_qualita_riso
500 g riso baldo
200 g prosciutto di Praga a dadini
50 ml latte
50 g ricotta salata grattugiata
2 cucchiai paprika dolce
1 scalogno
1 l brodo vegetale
vino bianco secco
burro
parmigiano grattugiato
sale, pepe nero macinato al momento

Pulite ed affettate finemente lo scalogno.
Scaldate il brodo, versatevi la paprika e mescolate molto bene.
In una pentola fate fondere un pezzo di burro, quindi aggiungete lo scalogno e fate rosolare per qualche minuto, poi aggiungete il prosciutto di Praga e lasciate soffriggere per alcuni minuti; aggiungete anche il riso, tostate, poi sfumate con il vino bianco.
Appena il vino sarà evaporato continuate la cottura versando brodo caldo con la paprika e mescolando regolarmente. Aggiustate di sale e pepe.
Quando il riso sarà quasi cotto, aggiungete il latte e la ricotta salata e continuate a mescolare.
Infine, a cottura ultimata, spegnete il fuoco e lasciate riposare per un paio di minuti.
Distribuite nei piatti, spolverate con il parmigiano grattugiato e servite.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF