Strangozzi con agnello e olive

strangozzi_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g strangozzi
400 g carne di agnello già cotta
200 g olive nere denocciolate
200 g passata di pomodoro
pecorino grattugiato
vino rosso
1 scalogno
olio EVO
sale, peperoncino, timo, zucchero

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Tritate finemente lo scalogno e l'agnello.
Mettete sul fuoco un largo tegame con dell'olio EVO e, quando sarà caldo, aggiungete lo scalogno e soffriggete per alcuni minuti, quindi aggiungete l'agnello. Dopo qualche minuto sfumate con il vino rosso e, quando sarà evaporato, aggiungete la passata, un pizzico di zucchero, le olive ed il timo; aggiustate di sale e insaporite con il peperoncino secondo il vostro gusto.
Quando l'acqua bolle, salatela ed aggiungete gli strangozzi ed un goccio d'olio.
Quando la la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nel tegame, aggiungete il pecorino grattugiato, insaporite per qualche minuto quindi distribuite nei piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Caserecce con fave, guanciale e pecorino

casarecce_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g caserecce
1 kg fave fresche
200 g guanciale
100 g pecorino grattugiato
1 scalogno
olio EVO
sale, pepe nero, possibilmente macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Tritate finemente lo scalogno e tagliate a listarelle il guanciale.
Sgranate le fave: staccate una delle estremità del baccello, quindi apritelo; fate scorrere il pollice all'interno, per staccare i semi, poi eliminate l'escrescenza che li ricopre. Infine staccate la pellicola esterna con una leggera pressione delle dita.
Mettete sul fuoco un largo tegame con dell'olio EVO e, quando sarà caldo, aggiungete lo scalogno e soffriggete per alcuni minuti, quindi aggiungete il guanciale. Dopo qualche minuto aggiungete le fave e continuate a fuoco dolcissimo, bagnando con qualche cucchiaio di acqua di cottura, se necessario.
Quando l'acqua bolle, salatela ed aggiungete le caserecce ed un goccio d'olio.
Quando la la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nel tegame, aggiungete il pecorino grattugiato ed abbondante pepe nero, insaporite per qualche minuto quindi distribuite nei piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Risotto giallo con fiori di zucca e taleggio

riso-superfino-carnaroli-principato-di-lucedio-500gr_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g riso Carnaroli
15 Fiori di zucca
1 dl Vino bianco secco
100 g taleggio
1 scalogno
1 l brodo vegetale
1 dl latte
1 bustina zafferano
burro
parmigiano grattugiato
sale, pepe

Pulite i fiori di zucca: eliminate il fondo ed i pistilli, quindi apriteli, sciacquateli velocemente sotto l'acqua e asciugateli. Divideteli in petali.
Pulite ed affettate finemente lo scalogno. Tagliate a dadini il taleggio. Scaldate il brodo.
In una pentola fate fondere un pezzo di burro, quindi aggiungete lo scalogno, fate rosolare per qualche minuto, e aggiungete anche i fiori di zucca; dopo qualche altro minuto, versate anche il riso; tostate, poi sfumate con il vino bianco.
Appena il vino sarà evaporato continuate la cottura aggiungendo brodo caldo e mescolando regolarmente; all'incirca a metà cottura aggiungete lo zafferano sciolto in un mestolo di brodo, poi continuate regolarmente con il brodo. Aggiustate di sale e pepe.
Quando il riso sarà quasi cotto, aggiungete il latte e continuate a mescolare.
Infine, a cottura ultimata, spegnete il fuoco, mantecate con il taleggio e lasciate riposare per un paio di minuti.
Distribuite nei piatti, spolverate con il parmigiano e servite.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Scrigni di verza con sorpresa di pennette e guanciale

pennette-rigate-bio-vallolmo_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g pennette rigate
250 g guanciale in fette non troppo sottili
500 ml besciamella
150 g pecorino stagionato
1 grossa verza
1 spicchio aglio
olio EVO
sale, peperoncino

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua e accendete il forno a 180°C.
Sfogliate la verza e lavatela molto bene, quindi lessate le foglie più grandi per 5 minuti in acqua bollente salata, che poi userete per far lessare la pasta, quindi scolatele e mettetele in un recipiente con acqua e ghiaccio (saranno necessarie 2-3 foglie a persona).
Riportate a bollore l'acqua, quindi tuffate le pennette.
Pelate e schiacciate lo spicchio d'aglio con la lama di un coltello tenuta di piatto, e tagliate a dadini il guanciale.
Mettete sul fuoco un largo tegame con pochissimo olio EVO e, quando sarà caldo, aggiungete l'aglio e soffriggete per alcuni minuti, quindi aggiungete il guanciale. Lasciate sul fuoco in modo che il guanciale diventi croccante e perda parte del suo grasso.
Mescolate la besciamella con 100 g di pecorino.
Quando la la pasta sarà molto al dente, scolatela e versatela nel tegame, mescolate per qualche minuto e fiamma viva per scaldare ed insaporire tutto insieme; stendete una foglia di verza, riempitela con un paio di cucchiaiate di pasta e guanciale, un po' di besciamella al pecorino e chiudetela come se fosse un involtino, quindi depositatela in una teglia che avrete rivestivo di carta da forno. Continuate con le altre foglie, avendo cura di conservare qualche cucchiaio di besciamella per guarnire.
Alla fine, spolverate con il pecorino e la besciamella rimasti, infornate per 15 minuti circa, quindi distribuite nei piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF