Caccavelle alla messicana al forno

Le caccavelle sono la pasta più grande al mondo, ne basta una per persona...
Ingredienti (per 4-6 persone):
caccavella_300
500 g caccavelle
300 g pancetta affumicata
200 g fagioli rossi già lessati
200 g caciocavallo grattugiato
500 ml besciamella
olio EVO
1 cipolla
spezie tex-mex
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua e accendete il forno a 200°C.
Pulite, lavate e tritate la cipolla.
Tagliate la pancetta a dadini piccolissimi.
In una capace padella fate scaldare dell'olio e, quando sarà caldo, aggiungete la cipolla; lasciate imbiondire per qualche minuto, diluendo se necessario con un cucchiaio d'acqua, poi aggiungete la pancetta e, dopo qualche minuto, i fagioli rossi e abbondanti spezie tex-mex. Aggiustate di sale e pepe, spegnete e tenete in caldo.
Aggiungete il caciocavallo nella besciamella calda, e mescolate finché non sarà sciolto.
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffateci le caccavelle.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela. Prendete delle cocottine e versate sul fondo di ognuna un cucchiaio di besciamella; adagiatevi una caccavella, e riempitela con la besciamella a cui avrete mescolato il composto di pancetta e fagioli.; infornate per 15-20 minuti, eventualmente dorando per gli ultimi 2 minuti con il grill. Servite appena sfornate.
In alternativa potete passare in forno le caccavelle tutte insieme in una teglia, quindi suddividere nei singoli piatti e servire: l'effetto scenico sarà minore, ma il gusto no!
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Bigoli con cannellini e ventricina

Il miglior salame d'Italia insieme ad un formaggio fresco e cremoso e alla dolcezza dei cannellini...
Ingredienti (per 4-6 persone):
Bigoli_300
500 g bigoli
300 g ventricina del Vastese
200 g cannellini già lessati
100 g robiola
rosmarino
olio EVO
1 scalogno
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Pulite, lavate e tritate lo scalogno.
Lavate molto bene e asciugate il rosmarino.
Spellate la ventricina e tagliatela a dadini.
In una capace padella fate scaldare dell'olio con il rosmarino e, quando sarà caldo, aggiungete lo scalogno; lasciate imbiondire per qualche minuto, diluendo se necessario con un cucchiaio d'acqua, poi aggiungete la ventricina e, dopo qualche minuto, i cannellini e la robiola; lavorate aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura per ottenere un composto soffice e cremoso. Aggiustate di sale e pepe, spegnete e tenete in caldo.
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffateci i bigoli.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con il sugo; mescolate delicatamente per qualche minuto a fiamma bassa, quindi distribuite nei piatti e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Gigli con capesante e finocchietto selvatico

Il mare e la terra... la delicatezza delle capesante e l'asprezza del finocchietto... 
Ingredienti (per 4-6 persone):
gigli_300
500 g gigli o campanelle
400 g capesante sgusciate
2 mazzetti finocchietto selvatico
50 g pinoli
1 lime
burro, olio EVO
1 scalogno
brandy
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Pulite, lavate e tritate lo scalogno.
Lavate molto bene e asciugate il lime.
Sciacquate e asciugate le capesante, quindi separate il corallo dalla noce.
Pulite il finocchietto togliendo i gambi più duri, lavatelo e scuotetelo per eliminare l'acqua in eccesso, quindi lasciatelo sgocciolare.
In una capace padella fate scaldare del burro e, quando sarà caldo, aggiungete lo scalogno; lasciate imbiondire per qualche minuto, aggiungendo se necessario un cucchiaio d'acqua, poi aggiungete le capesante e soffriggetele brevemente; sfumate con il brandy e lasciate evaporare a fiamma alta. Aggiustate di sale e pepe, spegnete e tenete in caldo.
Frullate in un mixer un mazzetto di finocchietto con i pinoli e dell'olio per ottenere una crema abbastanza fluida.
Quando l'acqua bolle, salatela, tuffateci l'altro mazzetto di finocchietto e cuocete per 5 minuti; scolatelo e tagliuzzatelo. Intanto versate nell'acqua i gigli.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con le capesante; aggiungete la crema di finocchietto e il finocchietto lessato e tagliuzzato, mescolate delicatamente per qualche minuto a fiamma bassa, quindi distribuite nei piatti, aggiungete una grattugiata di buccia di lime (solo la parte verde) e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Riso venere con tacchino e carote al curry

Delicato e primaverile, un gioco di colori tra il nero del riso, il bianco della carne e l'arancio delle carote... per una sapore vagamente orientale...
Ingredienti (per 4-6 persone):
Riso_venere_black_rice_copertina-300
500 g riso venere
400 g petto di tacchino
200 g feta
2 carote
50 ml latte
1 scalogno
1 l brodo vegetale
vino bianco secco
burro
curry
sale, pepe nero macinato al momento, timo

Pelate, lavate, asciugate ed affettate finemente lo scalogno.
Pelate, lavate, asciugate e tagliate a dadini la carota.
Tagliate a dadini anche la feta ed il tacchino.
Scaldate il brodo.
In una pentola fate fondere un pezzo di burro, quindi aggiungete lo scalogno e il timo e fate rosolare per qualche minuto, poi aggiungete il tacchino e lasciate soffriggere per alcuni minuti; aggiungete anche il riso, tostate, poi sfumate con il vino bianco.
Appena il vino sarà evaporato continuate la cottura versando brodo caldo e mescolando regolarmente. Aggiustate di sale e pepe.
Contemporaneamente in un tegame sciogliete un pezzetto di burro e versate le carote ed il curry; continuate la cottura a fuoco molto dolce, aggiungendo se necessario qualche cucchiaio di brodo, in modo che rimangano croccanti. Aggiustate di sale e pepe.
Quando il riso sarà quasi cotto, aggiungete il latte e continuate a mescolare.
Infine, a cottura ultimata, spegnete il fuoco, aggiungete nella pentola le carote e la feta, mescolate e lasciate riposare per un paio di minuti.
Distribuite nei piatti e servite.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF