Trofie al nero di seppia con gamberi, robiola e profumo di cedro

Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie al nero di seppia Val di Vara
400 g code di gamberi
200 g robiola
1/2 bicchierino porto rosso
buccia grattugiata di un cedro (possibilmente non trattato) - se non si trova il cedro, si può usare il limone, si otterrà un gusto leggermente più aspro.
1 scalogno
Olio extravergine d'oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Tritate lo scalogno, quindi, in un tegame, scaldate qualche cucchiaio di olio EVO, aggiungete lo scalogno tritato e lasciate rosolare per un paio di minuti.
Aggiungete i i gamberi, fate rosolare per altri due minuti, quindi bagnate con il porto. Lasciate evaporare, poi aggiungete la robiola.
Lasciate cuocere a fuoco molto dolce, finché la robiola non è diventata una crema, aggiungendo, se necessario, un poco di acqua calda.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i taglierini.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli e versateli nella padella con i gamberi e la robiola; unite la buccia di cedro grattugiata, mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi distribuite nei piatti dei commensali e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini freschi all'ortica con ragù di calamari

taglierini ortica_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 kg Taglierini freschi all'ortica Val di Vara
400 g calamari puliti
200 g pomodori datterini
1 spicchio aglio
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
vino bianco
50 g pane grattugiato
prezzemolo
sale, peperoncino

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo lavate e asciugate bene i calamari ed i pomodori, quindi tagliate tutto a dadini.
In un tegame soffriggete per qualche minuto un po' d'olio EVO con lo spicchio d'aglio schiacciato, quindi levate l'aglio. Aggiungete i calamari ed i pomodori, lasciate per un paio di minuti, quindi sfumate con il vino bianco. Salate, insaporite con il peperoncino secondo il vostro gusto, e cuocete per pochi minuti.
In un altro tegame, scaldate un filo d'olio, aggiungete il pane grattugiato, e fate tostare finché sarà croccante.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i taglierini.
Mentre la pasta cuoce, tritate il prezzemolo.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli e versateli nella padella con il sugo di calamari; mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi spolverate con il pane croccante ed il prezzemolo tritato, distribuite nei piatti dei commensali e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Gnocchi con tonno e fagioli rossi

gnocco_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Gnocchi di patate freschi Val di Vara
300 g tonno sott'olio
300 g fagioli rossi in scatola
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
timo fresco
succo di limone
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Mentre l'acqua si scalda, versate nel frullatore il tonno ed i fagioli, sale, pepe, foglioline di timo fresco, qualche goccia di limone e olio EVO e frullate il tutto fino ad ottenere una crema omogenea; regolate l'olio in modo da ottenere una consistenza abbastanza fluida, quindi trasferite il tutto in una zuppiera.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete gli gnocchi.
Man mano che vengono a galla, scolateli con una schiumarola e versateli nella zuppiera. Insaporite mescolando gentilmente per un paio di minuti, quindi distribuiteli nei piatti e servite .

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Ravioli di magro con pescatrice, pancetta e prezzemolo

raviolo verde_lr
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 Kg Ravioli di magro con sfoglia verde Val di Vara
500 g rana pescatrice (coda di rospo)
200 g pancetta a dadini
1 scalogno
1/2 bicchiere vino bianco
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe, prezzemolo

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo, affettate sottilmente lo scalogno e rosolatelo in una padella con poco olio EVO per qualche minuto, quindi aggiungete la pancetta.
Mentre la pancetta si dora, con un coltello a punta affilato togliete la pelle e la spina centrale alla pescatrice, quindi tagliatela a dadini ed aggiungetela nel tegame. dopo altri 2-3 minuti, bagnate con il vino bianco e fate evaporare.
Continuate la cottura a fuoco lento.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i ravioli.
Mentre i ravioli cuociono, tritate finemente qualche ciuffo di prezzemolo ed aggiungetelo al sugo.
Quando i ravioli saranno al dente, scolateli e versateli nella padella; mescolate delicatamente per un paio di minuti a fiamma bassa quindi versate in una zuppiera o direttamente nei piatti dei commensali e servite.


Buon appetito!

Print Friendly and PDF