Fregula con filetti di sgombro e "carnevale" di verdure

Fregula
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g fregula
200 g filetti di sgombro freschi
200 g pomodorini
2 carote
1 scalogno
olive nere
capperi sotto sale
prezzemolo
acciughe (o pasta d'acciughe)
olio EVO
timo
sale, pepe nero, possibilmente macinato al momento, zucchero

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Tritate finemente lo scalogno; pulite e tagliate a dadini le carote; tagliate in quarti i pomodorini. Mettete sul fuoco un largo tegame con un giro d'olio e, quando l'olio è caldo, aggiungete lo scalogno e soffriggete per alcuni minuti, quindi aggiungete le carote, le olive, i capperi ed i pomodorini. Spolverate con un pizzico di zucchero e lasciare cuocere a fuoco lento, aggiungendo, se necessario, qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta; aggiustate di sale e pepe. In un altro tegame scaldate un po' d'olio, quindi depositate i filetti di sgombro dalla parte della pelle ed il timo; salate e pepate. Lasciate cuocere per 5 minuti, quindi recuperate la carne, eliminando la pelle, e sbriciolatela. In un mixer, o utilizzando un frullatore ad immersione, riducete in crema il prezzemolo con le acciughe e qualche cucchiaio di olio.
Quando l'acqua bolle, salatela ed aggiungete la fregula ed un goccio d'olio.
Quando la fregula sarà al dente, scolatela e versatela nel tegame con la verdura, aggiungete gli sgombri, mescolate per qualche minuto e fiamma viva per scaldare tutto insieme, quindi distribuite nei piatti, irrorate con un paio di cucchiai di salsa al prezzemolo e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Trofie al nero di seppia con filetti di gallinella

Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie al nero di seppia Val di Vara
300 g filetti di gallinella
1/2 bicchiere vino bianco
1 scalogno
1 spicchio d'aglio
2 acciughe sott'olio
Olio extravergine d'oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe, prezzemolo

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Mentre l'acqua bolle, tritate lo scalogno, quindi, in un tegame, scaldate qualche cucchiaio di olio EVO, aggiungete lo scalogno tritato, le acciughe e lo spicchio di aglio e lasciate rosolare per un paio di minuti.
Rimuovete l'aglio, aggiungete i filetti di gallinella, fate rosolare per altri due minuti, quindi bagnate con il vino bianco. Lasciate cuocere qualche minuto a fiamma dolce, aiutando con una forchetta i filetti a sbriciolarsi, aggiustate di sale e pepe, quindi terminate la cottura a fiamma molto dolce. Tritate il prezzemolo.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le trofie.
Quando saranno al dente, scolate le trofie e aggiungetele al sugo insieme ad un mestolino di acqua di cottura ed al prezzemolo tritato, mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi distribuite nei piatti dei commensali e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Trofie al nero di seppia con friggitelli, filetti di sogliola e pomodori datterini

Un'abbinamento un po' insolito, ma ricco di sapore e colore…
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie al nero di seppia Val di Vara
4 piccoli filetti di sogliola senza pelle
300 g friggitelli
200 g pomodori datterini
2 acciughe sott'olio
Olio extravergine d'oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Eliminate la calotta dei friggitelli, quindi tagliateli a striscioline, eliminate i semi, lavateli velocemente ed asciugateli; tagliate in quattro spicchi i datterini.
In un tegame scaldate un po' d'olio EVO insieme alle acciughe per qualche minuto, quindi aggiungete i friggitelli a striscioline e soffriggete ancora per qualche minuto. Aggiungete i filetti di sogliola ed i datterini, quindi portate avanti la cottura a fuoco dolcissimo finché le sogliole si saranno sbriciolate.
Aggiustate di sale e pepe.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le trofie.
Quando saranno le trofie al dente, scolatele, versatele nel sugo e mescolate delicatamente per un paio di minuti, quindi suddividete nei singoli piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Insalata di riso con uova, capperi e acciughe

Giunti quasi alla fine dell'estate, un'insalata di riso saporita, adatta anche per un picnic tardivo…
Ingredienti (per 4-6 persone):
Riso parboiled
500 g riso parboiled
200 g prosciutto cotto a dadini
50 g acciughe sott'olio
100 g pomodori sott'olio
2 cucchiai capperi sotto sale dissalati
6 uova sode
olio EVO
prezzemolo
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Nel frattempo tritate le acciughe, i capperi ed il prezzemolo, e tagliate i pomodori sott'olio a filetti.
Tagliate due delle uova sode a fettine; delle rimanenti quattro, separate il tuorlo dall'albume, sbriciolate il tuorlo e tagliate a dadini l'albume.
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffateci il riso.
Quando il riso sarà al dente, scolatelo, raffreddatelo sotto l'acqua corrente, mettetelo in una ciotola e mescolatelo con un po' di olio EVO. Unite il prosciutto, le acciughe, i capperi, i pomodori, il prezzemolo, i tuorli sbriciolati e gli albumi a dadini. Aggiustate di sale e pepe e mescolate, quindi disponete sulla superficie le uova a fettine e portate in tavola.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Pasta c’anciova e a muddica atturrata

Gli emigranti che lasciavano Palermo per andare a lavorare nel nord Italia non potevano portarsi i prodotti freschi utilizzati per i piatti tipici della loro città, e quindi si attrezzavano con prodotti “di conserva” che duravano a lungo dopo la preparazione: le acciughe salate e l’estratto (concentrato) di pomodoro. Con questi prodotti preparavano la pasta c’anciova e a muddica atturrata, sia bianca (senza pomodoro) che rossa…
Ingredienti (per 4-6 persone):
Mafalde
500 g mafalde (chiamate anche margherite)
8 acciughe salate
200 g estratto di pomodoro
100 g di pangrattato
una manciata di passolini (uvetta) e pinoli
olio EVO
1 piccola cipolla
1 spicchio aglio
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo pulite e lavate l'aglio e la cipolla e tritateli; sciacquate le acciughe dal sale e mettete i passolini in una ciotolina con un po' di acqua tiepida.
In una capace padella, fate scaldare dell'olio EVO. Aggiungete la cipolla quindi, dopo alcuni minuti, l'aglio e le acciughe. Quando le acciughe si saranno sciolte, aggiungete l'estratto di pomodoro e allungate con un mestolino dell'acqua di cottura della pasta; aggiungete anche i passolini scolati e i pinoli. Cuocete a fiamma bassa per circa 15 minuti, aggiungendo ancora un po' d'acqua calda se si dovesse restringere troppo. Aggiustate di sale e pepe.
A parte, in una piccola padella, mettete un po' d'olio, il pangrattato, sale e pepe e scaldate a fiamma bassa mescolando frequentemente finché non prende un bel colore ambrato; questa è la muddica atturrata!
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le mafalde.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con la salsa. Fate insaporire per un paio di minuti, quindi distribuite nei piatti dei commensali, spolverate con la muddica e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Fiori in insalata con prosciutto e uova in camicia

Un piatto raffinato e di sicuro effetto, quasi un piatto unico che lascerà i vostri commensali a bocca aperta...
fiori_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g fiori
300 g prosciutto cotto in una sola fetta
200 g taleggio
200 g fagiolini
4-6 uova
4 acciughe
30 g capperi sotto sale
olio EVO
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco due pentole piena d'acqua, una più grande per la pasta ed una più piccola per le uova in camicia.
Lavate, asciugate e tagliate a pezzetti di circa 1 cm i fagiolini.
Tagliate a dadini il prosciutto e il taleggio.
Tritate finemente le acciughe.
Sciacquate dal sale i capperi (o usateli senza sciacquarli per lasciare una maggior salinità, ma facendo molta attenzione ad aggiungere ancora sale).
Per preparare facilmente le uova in camicia, prendete delle ciotoline, in ognuna mettete un foglio di pellicola alimentare e ungetela con una goccia d'olio; rompete un uovo in ognuna, quindi chiudete la pellicola facendo uscire tutta l'aria e legatela con un pezzetto di filo di cotone. 
Quando l'acqua bolle, nella pentola piccola abbassate la fiamma perché sobbolla appena; in quella grande aggiungete il sale e tuffateci i fagiolini e i fiori.
Prendete le uova preparate prima e immergetele delicatamente nella pentola che sobbolle; dopo tre minuti scolatele con una schiumarola e mettetele in un piatto.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela con i fagiolini e raffreddatela sotto l'acqua corrente, quindi, dopo aver fatto scolare nuovamente l'acqua, versatela in una zuppiera; aggiungete un filo d'olio e mescolate.
Aggiungete il prosciutto, il taleggio, le acciughe e i capperi; aggiustate di sale e pepe, mescolate con cura e dividete nei singoli piatti. Create al centro di ognuno un incavo, aprite i pacchettini con le uova e fatene scivolare uno nell'incavo di ogni piatto; spolverate con un pizzico di sale e pepe e servite - rompendo l'uovo il tuorlo inonderà l'insalata arricchendola!
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Galletti multicolore con gamberi, formaggio cremoso e mandorle

Molti colori e molti sapori, per una grande armonia del gusto!
Galletti Naif_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g galletti multicolore
300 g gamberi sgusciati e devenati
200 g formaggio cremoso
100 g pomodori secchi sott'olio
50 g mandorle a lamelle
2 friggitelli
3 acciughe sott'olio
10 olive nere
1 scalogno
bottarga
olio EVO
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Lavate, asciugate e tritate lo scalogno.
Eliminate la calotta dei friggitelli, tagliateli a falde, eliminate i semi, lavateli velocemente, asciugateli ed infine tagliateli a quadratini.
Tagliate a striscioline i pomodori ed a fettine le olive nere.
In un tegame largo abbastanza per contenere anche la pasta tostate le mandorle, quindi versatele in un piatto; nello stesso tegame scaldate dell'olio con lo scalogno, le acciughe e qualche cucchiaio d'acqua; fate soffriggere per qualche minuto, poi aggiungete i gamberi e i friggitelli. Lasciate cuocere per pochi minuti, poi aggiungete anche il formaggio cremoso, i pomodori e le olive nere; diluite con qualche cucchiaio di acqua di cottura e tenete a fiamma bassa in modo che si formi una crema e tutti gli ingredienti si amalgamino. Aggiustate di sale e pepe, spegnete e tenete in caldo
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffateci i galletti.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela tenendo da parte un mestolino di acqua di cottura e versatela nel tegame; mescolate delicatamente per qualche minuto, aggiungendo se necessario un po' dell'acqua tenuta da parte.
Distribuite nei piatti, completate con alcune lamelle di mandorla e mezzo cucchiaino di bottarga e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Taglierini al nero di seppia con olive, capperi e acciughe

Un sugo semplice ma saporito, un gusto di pesce che conquista!
Taglierini al nero di seppia
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini al nero di seppia Val di Vara
200 g pomodori
4 acciughe sott'olio
Olive taggiasche in salamoia
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
Capperi sotto sale
sale, pepe, origano, zucchero

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo tagliate i pomodori a cubetti. Nel mixer, aggiungete i pomodori, le acciughe, i capperi sotto sale (se non li dissalate evitate di aggiungere altro sale), un pizzico di zucchero e un po' di origano. Tritate il tutto fino ad ottenere una salsa morbida e liscia. In un largo tegame fate scaldare l'olio EVO, quindi aggiungete la salsa preparata e le olive taggiasche. Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete i taglierini ed un filo d’olio.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli e versateli nel tegame. Insaporite mescolando gentilmente per un paio di minuti, quindi versate in una zuppiera o distribuite direttamente nei piatti dei commensali e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF