Ziti con broccolo romanesco al forno

zitilunghi202_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g ziti
500 g broccolo romanesco
300 g arrosto di tacchino a fette spesse
200 g scamorza
500 ml besciamella light
1 spicchio aglio
olio EVO
formaggio grattugiato
pasta d'acciughe
sale, pepe nero, possibilmente macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua e preriscaldate il forno a 200°C.
Lavate e pulite bene il broccolo e dividetelo in cimette, tagliate a dadini il tacchino, grattugiate grossolanamente la scamorza con una grattugia a fori grossi o con un tritatutto e preparate la besciamella secondo la ricetta.
Quando l'acqua bolle, salatela ed aggiungete il broccolo; dopo 5 minuti, scolatelo conservando l'acqua di cottura.
Mettete sul fuoco un largo tegame con un giro d'olio e, quando l'olio è caldo, aggiungete l'aglio (intero se preferite poi toglierlo, altrimenti a fettine o spremuto), la pasta d'acciughe, il broccolo ed il tacchino. Insaporite tutto insieme per qualche minuto. Regolate di sale e pepe.
Riportate l'acqua a bollore e aggiungete gli ziti ed un goccio d'olio.
Quando saranno molto al dente, scolateli, quindi prendete una teglia, ungetela o foderatela di carta forno e disponete sul fondo un leggero strato di besciamella, poi uno strato di ziti allineati, broccoli e tacchino, scamorza e formaggio grattugiato; continuate alternando besciamella, ziti, broccoli e tacchino, scamorza e formaggio grattugiato finché non avrete terminato tutti gli ingredienti, ricoprendo infine con abbondante formaggio grattugiato. Mettete in forno per 15 minuti, avendo cura di usare il grill negli ultimi 2, distribuite nei piatti, spolverate ancora con formaggio e pepe e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini bio al peperoncino con crema di pesce

taglierini bio peperoncino_200
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini biologici al peperoncino Val di Vara
500 g filetti di merluzzo
250 g gamberi sgusciati
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
75 g burro
75 g farina
0,5 l latte tiepido
50 g ricotta salata grattugiata
1 carota
2 gambi di sedano
sale, pepe, prezzemolo

Preriscaldate il forno a 200°C. Pulite e tritate la carota ed il sedano, e fateli appassire in un tegame con un po' di olio EVO. Tagliate a dadini il merluzzo e tritate il prezzemolo.
In un tegame alto, sciogliete il burro, quindi incorporate la farina mescolando bene, fino ad ottenere una crema; aggiungete lentamente il latte tiepido mescolando continuamente e portate ad ebollizione, quindi riducete il calore e lasciate sobbollire per due minuti, sempre mescolando, finché la besciamella non si sarà addensata. Rimuovete dalla fiamma e aggiustate di sale e pepe.
In una teglia da forno, combinate le verdure, il merluzzo, i gamberi e la besciamella e infornate per 30 minuti.
Nel frattempo, ponete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Quando l'acqua bolle, salatela e aggiungete i taglierini ed un filo d’olio.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli, rimuovete la teglia dal forno, mescolate molto delicatamente i taglierini con il composto di pesce e besciamella, spolverate con il prezzemolo e la ricotta salata, aggiungete ancora un pizzico di sale e una macinata di pepe, quindi rimettete in forno per 15 minuti.
Portate in tavola la teglia e servite direttamente ai commensali la pasta fumante.
Successo assicurato!

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Trofie di farina "00" granito con asparagi, provola e besciamella

trofie_lr_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie di farina "00" granito Val di Vara
400 g asparagi
100 g pancetta
200 g provola dolce o, per un sapore più deciso, affumicata
100 ml brodo vegetale
500 ml besciamella
1 cipolla
1 carota
1 costa di sedano
1 rametto di timo
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua e accendete il forno a 200°C.
Nel frattempo pulite e tritate la cipolla, la carota ed il sedano e tagliate a dadini la pancetta; pulite con attenzione gli asparagi, eliminate la parte dura del gambo, tagliate la punta e tenetela a parte e riducete la parte rimanente a rondelle di circa 5 mm.
In un tegame scaldate un goccio d'olio, quindi unite sedano, carota, cipolla e pancetta e fate imbiondire per qualche minuto.
Aggiungete le rondelle di asparagi e il timo e cuocete a fuoco medio per 3-4 minuti; bagnate con il brodo, aggiustate di sale e pepe e lasciate cuocere a fiamma media per 10 minuti. Scoperchiate e fate asciugate a fiamma vivace.
In un altro tegame, sciogliete lentamente il burro, quindi aggiungete piano la farina e mescolate molto bene; versate lentamente anche il latte, mescolando sempre, poi alzate la fiamma e portate a ebollizione, senza smettere di mescolare. Spolverate con la noce moscata, aggiustate di sale e pepe e continuate, sempre mescolando, fino ad ottenere una consistenza vellutata.
Grattugiate grossolanamente la provola.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le trofie ed un filo d’olio.
Quando le trofie saranno a circa due terzi di cottura, scolatele, versatele nel sugo, aggiungete anche le punte di asparago e lasciate insaporire per un paio di minuti; rivestite una teglia con carta da forno, quindi versate sul fondo uno strato sottile di besciamella, poi un terzo della pasta condita, besciamella, provola grattugiata, e continuate ad alternare gli strati terminando con la provola. Infornate a 200°C per circa 10 minuti, quindi suddividete nei singoli piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Scrigni di verza con sorpresa di pennette e guanciale

pennette-rigate-bio-vallolmo_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g pennette rigate
250 g guanciale in fette non troppo sottili
500 ml besciamella
150 g pecorino stagionato
1 grossa verza
1 spicchio aglio
olio EVO
sale, peperoncino

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua e accendete il forno a 180°C.
Sfogliate la verza e lavatela molto bene, quindi lessate le foglie più grandi per 5 minuti in acqua bollente salata, che poi userete per far lessare la pasta, quindi scolatele e mettetele in un recipiente con acqua e ghiaccio (saranno necessarie 2-3 foglie a persona).
Riportate a bollore l'acqua, quindi tuffate le pennette.
Pelate e schiacciate lo spicchio d'aglio con la lama di un coltello tenuta di piatto, e tagliate a dadini il guanciale.
Mettete sul fuoco un largo tegame con pochissimo olio EVO e, quando sarà caldo, aggiungete l'aglio e soffriggete per alcuni minuti, quindi aggiungete il guanciale. Lasciate sul fuoco in modo che il guanciale diventi croccante e perda parte del suo grasso.
Mescolate la besciamella con 100 g di pecorino.
Quando la la pasta sarà molto al dente, scolatela e versatela nel tegame, mescolate per qualche minuto e fiamma viva per scaldare ed insaporire tutto insieme; stendete una foglia di verza, riempitela con un paio di cucchiaiate di pasta e guanciale, un po' di besciamella al pecorino e chiudetela come se fosse un involtino, quindi depositatela in una teglia che avrete rivestivo di carta da forno. Continuate con le altre foglie, avendo cura di conservare qualche cucchiaio di besciamella per guarnire.
Alla fine, spolverate con il pecorino e la besciamella rimasti, infornate per 15 minuti circa, quindi distribuite nei piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Torri di lasagne e cotechino

Avanzato cotechino e lenticchie? Non c'è problema, usateli per preparare un primo piatto sfizioso, che vi assicurerà un applauso!
Ingredienti (per 4-6 persone):
lasagne_300
500 g pasta fresca per lasagne
400 g cotechino cotto a fette
200 g lenticchie cotte
500 ml besciamella
parmigiano grattugiato
coriandolo
sale, pepe nero macinato al momento

Scaldate il forno a 200°C.
Frullate le lenticchie e poi, se preferite una crema più liscia, filtratele attraverso un colino. Con un colapasta o un bicchiere ed un coltellino affilato, tagliate dei cerchi nella pasta delle lasagne della misura delle fette di cotechino.
Prendete una teglia e rivestitela di carta da forno.
Disponete sul fondo dei cerchi di besciamella, quindi costruite la torre mettendo un cerchio di lasagna, besciamella, una fetta di cotechino, un po' di lenticchie, coriandolo, sale e pepe. Ripetete un secondo strato partendo con la lasagna, quindi besciamella, cotechino, lenticchie, coriandolo, sale e pepe. Se desiderate fate anche un terzo strato.
Terminate con un cerchio di lasagna, besciamella e parmigiano grattugiato abbondante.
Quando tutte le torri saranno pronte, coprite la teglia con un foglio di alluminio, mettete in forno caldo e cuocete per 20 minuti circa, togliendo l'alluminio negli ultimi 5 minuti. Se sembrano asciugare troppo, bagnate con un goccio di latte.
Appena cotte, distribuitele nei piatti e servite caldissime, con un'ulteriore spolverata di formaggio.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF