Spaghetti alla chitarra con capesante e friggitelli

spaghetti-alla-chitarra_200
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g spaghetti alla chitarra
400 g capesante senza conchiglia
300 g friggitelli
olio EVO
vino bianco (consiglio del prosecco)
bottarga
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Tagliate i friggitelli a rondelle, quindi lavateli, asciugateli e privateli dei semi e della pellicina interna.
Mettete sul fuoco un largo tegame con un giro d'olio e, quando l'olio è caldo, unite gli anelli di friggitelli. Lasciate soffriggere per qualche minuto, quindi sfumate con il vino bianco e aggiustate di sale e pepe. Quando il vino sarà evaporato, aggiungete poca acqua di cottura della pasta, coprite con il coperchio e lasciate cuocere a fuoco lento.
Lavate bene le capesante, quindi dividete i coralli dalle noci e dividete queste ultime a metà per la lunghezza, in modo da ottenere due dischi. Quando l'acqua bolle, salatela ed aggiungete gli spaghetti ed un goccio d'olio. Mentre gli spaghetti cuociono, aggiungete le capesante nel sugo e aggiustate nuovamente di sale e pepe.
Quando gli spaghetti saranno al dente, scolateli e versateli nel tegame con il sugo, mescolate per qualche minuto, distribuiteli nei piatti, spolverate con poca bottarga e servite.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Pansoti con fiori di zucca e prosciutto

pansoto_lr_150
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 kg Pansoti alla ricotta di Varese Ligure e borragine
200 g prosciutto cotto in una sola fetta
24 fiori di zucca (o di zucchina)
1 scalogno
bottarga
pasta d’acciughe
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
panna da cucina (opzionale)
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo, tritate il prosciutto a dadini e lo scalogno, quindi, in un tegame, scaldate qualche cucchiaio di olio EVO, aggiungete lo scalogno tritato e un po' di pasta d'acciughe e lasciate rosolare per un paio di minuti. Unite quindi il prosciutto a dadini e lasciate cuocere, aggiustando di sale e pepe ed allungando, se necessario, con qualche cucchiaio di acqua di cottura o, se preferite, di panna da cucina. Pulite i fiori di zucca: tagliate il gambo ed il calice verde ed eliminate i pistilli; apriteli e lavateli delicatamente sotto l'acqua corrente, quindi asciugateli con carta da cucina. Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i pansoti. Aggiungete al sugo i fiori di zucca, dividendoli in petali con le mani. Quando i pansoti saranno al dente, scolateli e versateli nella padella con il sugo; mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi distribuite nei piatti dei commensali, spolverate con della bottarga grattugiata e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Malloreddus con vongole, verza e bottarga

malloreddus singolo
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g malloreddus
500 g vongole
500 g verza
200 g pomodori datterini
10 g bottarga di muggine o tonno
1 scalogno
vino bianco
olio EVO
sale, pepe, zucchero

Lavate le vongole e mettetele a bagno con acqua e sale per almeno un'ora.
Tritate la verza sottile e lavatela bene.
Tritate anche lo scalogno e tagliate i pomodori in quattro.
Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Disponete le vongole in un tegame con qualche cucchiaio di olio EVO e acqua e fatele aprire a fuoco vivo per 5 minuti con il coperchio. Eliminate le vongole che non si fossero aperte, estraete i molluschi e teneteli a parte, conservandone qualcuno con la conchiglia per guarnire, e filtrate il liquido di cottura. Sciacquate il tegame per eliminare eventuale sabbia e ponetelo nuovamente sul fuoco, quindi aggiungete un filo d'olio EVO e lo scalogno. Fate soffriggere per qualche minuto, poi aggiungete anche la verza e lasciate insaporire; aggiustate di sale e pepe. Sfumate con il vino bianco e, quando sarà evaporato, aggiungete il liquido delle vongole filtrato, i pomodorini ed un pizzico di zucchero. Continuate la cottura a fuoco molto dolce per 10 minuti, aggiungendo, se necessario, un po' di acqua di cottura. Dopo i 10 minuti, aggiungete anche le vongole sgusciate.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete malloreddus.
Una volta cotti, versateli nel tegame con il sugo; spolverate con la bottarga e lasciate insaporire per un paio di minuti, poi distribuite nei piatti, guarnite con le vongole con il guscio che avevate tenuto a parte e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini biologici all'ortica con spuma di ricotta, bottarga e asparagi

taglierini ortica_200
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini biologici all'ortica Val di Vara
250 g ricotta
200 g asparagi
3 cucchiai bottarga grattugiata
Olio extravergine d'oliva estratto a freddo di Levanto
burro
sale, pepe, timo fresco

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo lavate bene ed asciugate gli asparagi, quindi tagliate le teste per una lunghezza di 4-5 cm e il resto a rondelle non troppo spesse.
Scaldate un tegame con un po' di burro, quindi aggiungete gli asparagi e lasciate rosolare per qualche minuto; continuate la cottura a fuoco dolcissimo, aggiungendo qualche cucchiaio di acqua, se necessario, per 10-12 minuti. Aggiustate di sale e pepe.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete i taglierini ed un filo d’olio.
Mentre la pasta cuoce, in una zuppiera grande abbastanza da contenere anche la pasta, lavorate con una forchetta o una frusta la ricotta con dell'olio versato a filo, fino ad ottenere una spuma soffice. Incorporate quindi delicatamente la bottarga, sale, pepe e alcune foglioline di timo fresco.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli, versateli nella zuppiera, aggiungete gli asparagi, tenendo da parte le punte, mescolate delicatamente per un paio di minuti, quindi suddividete nei singoli piatti, guarnite con le punte tenute a parte e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Linguine con gamberi, peperoni cruschi e bottarga

Ricco di gusto e delicatezza, un piatto che unisce la terra al mare...
Ingredienti (per 4-6 persone):
Linguine_300
500 g linguine
300 g gamberi sgusciati e puliti
100 g peperoni cruschi
olio EVO
bottarga
pane grattugiato
sale, pepe nero grattugiato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Tagliate la testa ai peperoni cruschi, eliminate tutti i semi e tagliateli a pezzi.
In una capace padella fate scaldare dell'olio EVO e, quando è caldo, soffriggete i peperoni cruschi per 20-30 secondi. Toglieteli e metteteli su un piatto, poi sbriciolateli con le dita. Mettete in padella i gamberi e portate a cottura a fuoco moderato; aggiustate di sale e pepe.
Quando l'acqua bolle, salatela e versatevi le linguine.
Quando la pasta sarà molto al dente, scolatela e versatela nella padella con il sugo; aggiungete i peperoni cruschi sbriciolati, una manciata di pan grattato, mescolate delicatamente per un paio di minuti, distribuite nei piatti, spolverate con un cucchiaio di bottarga e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Insalata tiepida di riso rosso con gamberi e robiola

Sotto il solleone o dopo un temporale, questo piatto vi strapperà un sorriso!
riso rosso_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g riso rosso
300 g gamberi sgusciati e devenati
150 g robiola fresca
100 g pomodori secchi sott'olio
bottarga
olio EVO
zenzero (fresco o essiccato, come preferite)
1 limone (possibilmente non trattato, per la buccia)
basilico fresco
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Lavate accuratamente il limone, eventualmente con un po' di bicarbonato, e asciugatelo accuratamente.
Tagliate a dadini la robiola e a pezzetti i pomodori secchi, dopo averli scolati dall'olio.
In un largo tegame, scaldate un po' di olio e saltate i gamberi per qualche minuto.
Quando l'acqua bolle, salatela e lessate il riso; quando sarà cotto scolatelo, conditelo con un filo d'olio e lasciatelo intiepidire.
Distribuite il riso nei piatti, create in ognuno un incavo nel centro, aggiungete i gamberi, la robiola, i pomodori sott'olio, una grattugiata di buccia di limone, una grattugiata di zenzero, un pizzico di bottarga e qualche fogliolina di basilico e servite.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF