Taglierini biologici al peperoncino con sugo di pesce

taglierini bio peperoncino_200
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini biologici al peperoncino Val di Vara
300 g filetto di rana pescatrice
300 g calamari puliti
300 g gamberi sgusciati
1 spicchio aglio
olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
vino bianco secco
sale, prezzemolo

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo lavate, asciugate e tagliate a dadini tutto il pesce, i calamari ed i gamberi.
In un tegame scaldate un po' di olio EVO, quindi aggiungete l'aglio, come lo preferite (in camicia da togliere, tritato, spremuto...); dopo un paio di minuti aggiungete i dadini di pesce e rosolate a fuoco vivo per 3-4 minuti, mescolando con attenzione. Irrorate con il vino bianco, quindi continuate la cottura a fuoco dolcissimo.
Tritate il prezzemolo.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete i taglierini ed un filo d’olio.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli, versateli nel sugo, aggiungete il prezzemolo e mescolate delicatamente per un paio di minuti, quindi suddividete nei singoli piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini freschi all'ortica con ragù di calamari

taglierini ortica_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 kg Taglierini freschi all'ortica Val di Vara
400 g calamari puliti
200 g pomodori datterini
1 spicchio aglio
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
vino bianco
50 g pane grattugiato
prezzemolo
sale, peperoncino

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo lavate e asciugate bene i calamari ed i pomodori, quindi tagliate tutto a dadini.
In un tegame soffriggete per qualche minuto un po' d'olio EVO con lo spicchio d'aglio schiacciato, quindi levate l'aglio. Aggiungete i calamari ed i pomodori, lasciate per un paio di minuti, quindi sfumate con il vino bianco. Salate, insaporite con il peperoncino secondo il vostro gusto, e cuocete per pochi minuti.
In un altro tegame, scaldate un filo d'olio, aggiungete il pane grattugiato, e fate tostare finché sarà croccante.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i taglierini.
Mentre la pasta cuoce, tritate il prezzemolo.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli e versateli nella padella con il sugo di calamari; mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi spolverate con il pane croccante ed il prezzemolo tritato, distribuite nei piatti dei commensali e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Insalata di trofie fresche con pesto e frutti di mare

trofie_lr_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 Kg Trofie fresche di farina "00" granito Val di Vara
2x150 g Pesto alla genovese Val di Vara
1 Kg conchiglie (cozze, vongole, fasolari...)
300 g code di gambero
300 g calamari
300 g pomodori ciliegini
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
vino bianco
1 spicchio aglio (se piace)
sale, pepe

Lavate le conchiglie e mettetele a bagno in acqua e sale per almeno 1 ora. Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo disponete le conchiglie in un capace tegame e fatele aprire a fuoco vivo per 5 minuti a tegame coperto. Eliminate le conchiglie tenendone qualcuna per guarnire, tenete a parte i molluschi e filtrate il liquido di cottura. Pulite i gamberi eliminando il carapace ed il filo nero sul dorso, e tagliate a striscioline i calamari. In un tegame (anche quello dove avete fatto aprire le conchiglie, purché non ci sia sabbia) scaldate un po' d'olio e lo spicchio di aglio; aggiungete i calamari ed insaporite per un paio di minuti, quindi aggiungete i gamberi. Dopo altri due minuti, sfumate con un po' di vino bianco, aggiustate di sale e pepe, aggiungete i pomodori ciliegini tagliati a spicchi, quindi continuate la cotture per ulteriori 10 minuti aggiungendo, se necessario, il liquido di cottura filtrato delle conchiglie, poi fate raffreddare Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le trofie ed un filo d’olio. Versate il pesto in una capace zuppiera, aggiungere un mestolino di acqua di cottura e mescolate. Quando le le trofie saranno al dente, scolatele e raffreddatele sotto l'acqua corrente, quindi versate nella zuppiera con il pesto, aggiungete i frutti di mare freddi, lasciate riposare per qualche tempo in frigorifero e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Trofie fresche con frutti di mare al cartoccio

trofie_lr
Ingredienti (per 4-6 persone):
  • 1 Kg Trofie fresche di farina "00" granito Val di Vara
  • 200 g anelli di calamari
  • 1 trancio rana pescatrice
  • 100 g gamberetti
  • 100 g cozze sgusciate
  • 200 g passata di pomodoro
  • 1/2 bicchiere prosecco
  • Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
  • 1 cucchiaio prezzemolo tritato
  • 1 spicchio aglio (se piace)
  • sale, pepe, zucchero

Lavate con molta cura il pesce ed asciugatelo con attenzione. Togliete la pelle e l'osso centrale al trancio di rana pescatrice.
Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo mettete sul fuoco una padella con poco olio EVO e lo spicchio d'aglio (se vi piace); appena l'aglio avrà preso colore, toglietelo ed aggiungete il pesce. Quando sarà leggermente rosolato, bagnate con il prosecco e fate evaporare. Mescolate frequentemente mi modo che il trancio di rana pescatrice si sfaldi.
Aggiungete anche il prezzemolo tritato, la passata di pomodoro, un pizzico di zucchero, salate e pepate e lasciate cuocere per 10 minuti circa.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le trofie.
Quando le trofie saranno al dente, scolatele e versatele nella padella con il sugo; mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi suddividetele in un numero di fogli di alluminio pari ai commensali. Chiudeteli con attenzione e passateli in forno per 5 minuti a 200°C, dopodiché serviteli ancora chiusi direttamente nei piatti dei commensali.

Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Trofie di farina "00" granito con calamari e mais

trofie_lr_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie di farina "00" granito Val di Vara
500 g calamari puliti
200 g mais in scatola
200 g pomodorini ciliegia
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
1 scalogno
sale, zucchero, peperoncino

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo tagliate il bacon, il petto di pollo e la feta a dadini di circa 1 cm di lato, i pomodorini in quarti, e i fagiolini della stessa lunghezza delle trofie.
Scaldate sul fuoco un tegame e, quando sarà ben caldo, aggiungete il bacon a dadini e lasciatelo a fiamma alta finché sarà ben croccante.
Scolate il bacon e fatelo asciugare in un foglio di carta da cucina, quindi aggiungete nel grasso che sarà rimasto il petto di pollo; salate, pepate ed aggiungete delle foglioline di timo, fate ben rosolare da tutti i lati per pochi minuti, quindi scolatelo e fate asciugare anch'esso in un foglio di carta da cucina.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le trofie ed un filo d’olio; dopo un paio di minuti aggiungete anche i fagiolini.
Quando le trofie saranno al dente, scolate il tutto e raffreddatelo sotto l'acqua corrente, quindi versatelo in una zuppiera, aggiungete il bacon, il pollo, la feta, i pomodorini, alcune foglie di basilico spezzettate con le mani, un filo d'olio EVO, mescolate delicatamente e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini al nero di seppia con calamari, piselli e pomodorini

taglierini nero seppia_150
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini al nero di seppia Val di Vara
300 g anelli di calamaro
200 g piselli
200 g pomodori ciliegini
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
1 piccola cipolla
1 spicchio aglio (se piace)
vino bianco secco
sale, pepe, rosmarino

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Scamiciate lo spicchio d'aglio, tritate la cipolla e tagliate i pomodorini in quattro spicchi.
In un tegame scaldate un po' di olio EVO con la cipolla e lo spicchio d'aglio; dopo qualche minuto togliete l'aglio e aggiungete gli anelli di totano ed i piselli. Rosolate bene, quindi bagnate con il vino bianco; aggiustate di sale e pepe, aggiungete i pomodorini, insaporite con il rosmarino e continuate la cottura a fuoco dolcissimo per pochi minuti. Tenete in caldo.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete i taglierini ed un filo d’olio.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli, versateli nel sugo, mescolate delicatamente per un paio di minuti, quindi suddividete nei singoli piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Trenette risottate al nero con ciuffi di calamaro

Un modo diverso di preparare la pasta; richiede un po' più di attenzione, ma ne vale la pena…
Ingredienti (per 4-6 persone):
Trenette
500 g trenette
300 g ciuffi di calamaro puliti
1 bustina (5 cl) nero di seppia
olio EVO
1 spicchio aglio (intero o, se vi piace più saporita, spremuto)
vino bianco
prezzemolo
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Pelate l'aglio ed eventualmente spremetelo; lavate, asciugate e tritate il prezzemolo.
In un tegame scaldate un po' d'olio e, appena caldo, aggiungete l'aglio e soffriggete per qualche minuto. A questo punto togliete l'aglio, se preferite, ed aggiungete i ciuffi di calamaro; quando avranno preso calore, sfumate con il vino bianco e spegnete non appena evaporato.
Quando l’acqua bolle, salatela e versatevi le trenette. Quando saranno a metà cottura, scolatele conservando l'acqua di cottura, versatele nella padella, accendete il fuoco e aggiungete un mestolo di acqua di cottura e il nero di seppia; continuate la cottura come se fosse un risotto, mescolando accuratamente ed aggiungendo l'acqua man mano che evapora. Aggiustate di sale e pepe.
Quando la pasta sarà al dente, distribuite nei piatti dei commensali, spolverate con il prezzemolo e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF