Tagliatelle fresche con fave e salmone

tagliatelle bio_small
Ingredienti per 4-6 porzioni:
1 Kg Tagliatelle fresche all’uovo Val di Vara
1 Kg fave fresche (circa 300 g di fave sgranate)
400 g salmone a fette
100 ml panna da cucina
1 scalogno Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
vino bianco
pane grattugiato
timo, sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo, togliete le fave dal baccello e con un coltellino privatele della parte superiore. Tuffatele per 2 minuti in acqua bollente salata, quindi scolatele e trasferitele in acqua fredda. Schiacciate il tegumento per fare uscire le fave. Tritate lo scalogno; in un capace tegame, scaldate dell'olio EVO, quindi aggiungete lo scalogno tritato e lasciare rosolare per un paio di minuti. Togliete la pelle e la lisca centrale al salmone, quindi aggiungetelo nel tegame; dopo 1 minuto, girate il salmone e aggiungete un goccio di vino bianco - il salmone, man mano che cuoce, tende a sfaldarsi: aiutatelo con un cucchiaio di legno in modo che si amalgami bene con le fave. Salate, pepate e aggiungete un rametto di timo. Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le tagliatelle ed un filo d’olio.
Mentre le tagliatelle cuociono, aggiungete al sugo la panna.
Quando le tagliatelle saranno al dente, scolatele e versatele nella padella, spolverate con pane grattugiato, mescolate delicatamente per un paio di minuti e servite in una zuppiera o nei singoli piatti.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Scorze di mandorla con pasta di salame, fave e fonduta di canestrato

Una pasta ed un formaggio tipici della Basilicata...
Un sapore tutto italiano!
Ingredienti (per 4-6 persone):
scorze - bucce di mandorla_300
500 g scorze o bucce di mandorla
200 g pasta di salame
200 g fave (anche surgelate)
100 g canestrato di Moliterno
olio EVO
1 cipolla media
latte
noce moscata
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Pulite le fave, se le usate fresche; pulite, lavate e tritate finemente la cipolla; sgranate la pasta di salame in una ciotola con una forchetta e un goccio d'olio; togliete la crosta e tagliate a tocchetti il canestrato.
Appena l'acqua bolle, lessate le fave per 5-6 minuti, quindi scolatele e tenete l'acqua per la pasta.
In una capace padella fate scaldare dell'olio EVO e, quando è caldo, soffriggete la cipolla per qualche minuto, poi aggiungete le fave e la pasta di salame e continuate a fuoco molto basso, bagnando con un po' di acqua di cottura se necessario. Aggiustate di sale e pepe.
Nel frattempo sciogliete il canestrato con un po' di latte in un recipiente a bagnomaria e aromatizzate con la noce moscata.
Quando l'acqua bolle, salatela e versatevi le scorze di mandorla.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con il sugo; mescolate delicatamente per un paio di minuti, distribuite nei piatti, versate su ogni piatto qualche cucchiaio di fonduta di canestrato e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF