fiori di zucca

Taglierini al nero di seppia con gamberi e fiori di zucca

taglierini nero seppia_150
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini al nero di seppia
400 g code di gamberi
24 fiori di zucca o di zucchina
30 g pinoli
1 scalogno
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo, pulite i fiori di zucca: tagliate il gambo ed il calice verde ed eliminate i pistilli; apriteli e lavateli delicatamente sotto l'acqua corrente, quindi asciugateli con carta da cucina. Tritate lo scalogno, quindi, in un tegame, scaldate qualche cucchiaio di olio EVO, aggiungete lo scalogno tritato e lasciate rosolare per un paio di minuti. Aggiungete i fiori di zucca, dividendoli in petali con le mani. Dopo qualche minuto di cottura, trasferite i fiori di zucca con lo scalogno in un mortaio, aggiungete i pinoli, qualche cucchiaio d'olio, un po' di sale grosso e pepe, e pestate fino ad ottenere una crema tipo pesto (potete farlo anche nel frullatore). Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i taglierini. Ponete nel tegame i gamberi e lasciate cuocere per qualche minuto, aggiustando di sale e pepe. Quando i taglierini saranno al dente, scolateli e versateli nella padella con i gamberi; unite la crema di fiori di zucca, mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi distribuite nei piatti dei commensali e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Pansoti con fiori di zucca e prosciutto

pansoto_lr_150
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 kg Pansoti alla ricotta di Varese Ligure e borragine
200 g prosciutto cotto in una sola fetta
24 fiori di zucca (o di zucchina)
1 scalogno
bottarga
pasta d’acciughe
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
panna da cucina (opzionale)
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo, tritate il prosciutto a dadini e lo scalogno, quindi, in un tegame, scaldate qualche cucchiaio di olio EVO, aggiungete lo scalogno tritato e un po' di pasta d'acciughe e lasciate rosolare per un paio di minuti. Unite quindi il prosciutto a dadini e lasciate cuocere, aggiustando di sale e pepe ed allungando, se necessario, con qualche cucchiaio di acqua di cottura o, se preferite, di panna da cucina. Pulite i fiori di zucca: tagliate il gambo ed il calice verde ed eliminate i pistilli; apriteli e lavateli delicatamente sotto l'acqua corrente, quindi asciugateli con carta da cucina. Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i pansoti. Aggiungete al sugo i fiori di zucca, dividendoli in petali con le mani. Quando i pansoti saranno al dente, scolateli e versateli nella padella con il sugo; mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi distribuite nei piatti dei commensali, spolverate con della bottarga grattugiata e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Risotto giallo con fiori di zucca e taleggio

riso-superfino-carnaroli-principato-di-lucedio-500gr_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g riso Carnaroli
15 Fiori di zucca
1 dl Vino bianco secco
100 g taleggio
1 scalogno
1 l brodo vegetale
1 dl latte
1 bustina zafferano
burro
parmigiano grattugiato
sale, pepe

Pulite i fiori di zucca: eliminate il fondo ed i pistilli, quindi apriteli, sciacquateli velocemente sotto l'acqua e asciugateli. Divideteli in petali.
Pulite ed affettate finemente lo scalogno. Tagliate a dadini il taleggio. Scaldate il brodo.
In una pentola fate fondere un pezzo di burro, quindi aggiungete lo scalogno, fate rosolare per qualche minuto, e aggiungete anche i fiori di zucca; dopo qualche altro minuto, versate anche il riso; tostate, poi sfumate con il vino bianco.
Appena il vino sarà evaporato continuate la cottura aggiungendo brodo caldo e mescolando regolarmente; all'incirca a metà cottura aggiungete lo zafferano sciolto in un mestolo di brodo, poi continuate regolarmente con il brodo. Aggiustate di sale e pepe.
Quando il riso sarà quasi cotto, aggiungete il latte e continuate a mescolare.
Infine, a cottura ultimata, spegnete il fuoco, mantecate con il taleggio e lasciate riposare per un paio di minuti.
Distribuite nei piatti, spolverate con il parmigiano e servite.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Cappelli da chef con speck, caprino e fiori di zucca

I fiori di zucca utilizzati in modo insolito, non re del piatto, ma usati per ingentilire lo speck!
Ingredienti (per 4-6 persone):
Cappelli da chef
500 g cappelli da chef
250 g speck in una sola fetta
100 g caprino
12 fiori di zucca o zucchina
1 scalogno
olio EVO
parmigiano grattugiato
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Pulite e tritate lo scalogno e tagliate lo speck a dadini.
Pulite i fiori di zucca: tagliate il gambo ed il calice verde ed eliminate i pistilli; apriteli e lavateli delicatamente sotto l'acqua corrente, quindi asciugateli delicatamente con carta da cucina e divideteli in petali.
In una capace padella, fate scaldare dell'olio EVO. Aggiungete lo scalogno quindi, dopo alcuni minuti, lo speck.
In una ciotola, lavorate il caprino, con un pizzico da sale e pepe, con una forchetta per ammorbidirlo, fino ad ottenere una crema; aggiungetelo nella padella e mescolate bene. Aggiungete anche i fiori di zucca e fate scaldare, a fiamma molto dolce, aggiungendo, se necessario, una goccia di latte.
Aggiustate di sale e pepe. Tenete in caldo.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i cappelli da chef.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella; mescolate delicatamente per un paio di minuti quindi distribuite nei piatti dei commensali; aggiungete una spolverata di parmigiano grattugiato e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF