Spaghetti alla chitarra con capesante e friggitelli

spaghetti-alla-chitarra_200
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g spaghetti alla chitarra
400 g capesante senza conchiglia
300 g friggitelli
olio EVO
vino bianco (consiglio del prosecco)
bottarga
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Tagliate i friggitelli a rondelle, quindi lavateli, asciugateli e privateli dei semi e della pellicina interna.
Mettete sul fuoco un largo tegame con un giro d'olio e, quando l'olio è caldo, unite gli anelli di friggitelli. Lasciate soffriggere per qualche minuto, quindi sfumate con il vino bianco e aggiustate di sale e pepe. Quando il vino sarà evaporato, aggiungete poca acqua di cottura della pasta, coprite con il coperchio e lasciate cuocere a fuoco lento.
Lavate bene le capesante, quindi dividete i coralli dalle noci e dividete queste ultime a metà per la lunghezza, in modo da ottenere due dischi. Quando l'acqua bolle, salatela ed aggiungete gli spaghetti ed un goccio d'olio. Mentre gli spaghetti cuociono, aggiungete le capesante nel sugo e aggiustate nuovamente di sale e pepe.
Quando gli spaghetti saranno al dente, scolateli e versateli nel tegame con il sugo, mescolate per qualche minuto, distribuiteli nei piatti, spolverate con poca bottarga e servite.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Trofie al nero di seppia con friggitelli, filetti di sogliola e pomodori datterini

Un'abbinamento un po' insolito, ma ricco di sapore e colore…
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie al nero di seppia Val di Vara
4 piccoli filetti di sogliola senza pelle
300 g friggitelli
200 g pomodori datterini
2 acciughe sott'olio
Olio extravergine d'oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Eliminate la calotta dei friggitelli, quindi tagliateli a striscioline, eliminate i semi, lavateli velocemente ed asciugateli; tagliate in quattro spicchi i datterini.
In un tegame scaldate un po' d'olio EVO insieme alle acciughe per qualche minuto, quindi aggiungete i friggitelli a striscioline e soffriggete ancora per qualche minuto. Aggiungete i filetti di sogliola ed i datterini, quindi portate avanti la cottura a fuoco dolcissimo finché le sogliole si saranno sbriciolate.
Aggiustate di sale e pepe.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le trofie.
Quando saranno le trofie al dente, scolatele, versatele nel sugo e mescolate delicatamente per un paio di minuti, quindi suddividete nei singoli piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Galletti multicolore con gamberi, formaggio cremoso e mandorle

Molti colori e molti sapori, per una grande armonia del gusto!
Galletti Naif_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g galletti multicolore
300 g gamberi sgusciati e devenati
200 g formaggio cremoso
100 g pomodori secchi sott'olio
50 g mandorle a lamelle
2 friggitelli
3 acciughe sott'olio
10 olive nere
1 scalogno
bottarga
olio EVO
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Lavate, asciugate e tritate lo scalogno.
Eliminate la calotta dei friggitelli, tagliateli a falde, eliminate i semi, lavateli velocemente, asciugateli ed infine tagliateli a quadratini.
Tagliate a striscioline i pomodori ed a fettine le olive nere.
In un tegame largo abbastanza per contenere anche la pasta tostate le mandorle, quindi versatele in un piatto; nello stesso tegame scaldate dell'olio con lo scalogno, le acciughe e qualche cucchiaio d'acqua; fate soffriggere per qualche minuto, poi aggiungete i gamberi e i friggitelli. Lasciate cuocere per pochi minuti, poi aggiungete anche il formaggio cremoso, i pomodori e le olive nere; diluite con qualche cucchiaio di acqua di cottura e tenete a fiamma bassa in modo che si formi una crema e tutti gli ingredienti si amalgamino. Aggiustate di sale e pepe, spegnete e tenete in caldo
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffateci i galletti.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela tenendo da parte un mestolino di acqua di cottura e versatela nel tegame; mescolate delicatamente per qualche minuto, aggiungendo se necessario un po' dell'acqua tenuta da parte.
Distribuite nei piatti, completate con alcune lamelle di mandorla e mezzo cucchiaino di bottarga e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF