Taglierini biologici al peperoncino con sugo di pesce

taglierini bio peperoncino_200
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini biologici al peperoncino Val di Vara
300 g filetto di rana pescatrice
300 g calamari puliti
300 g gamberi sgusciati
1 spicchio aglio
olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
vino bianco secco
sale, prezzemolo

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo lavate, asciugate e tagliate a dadini tutto il pesce, i calamari ed i gamberi.
In un tegame scaldate un po' di olio EVO, quindi aggiungete l'aglio, come lo preferite (in camicia da togliere, tritato, spremuto...); dopo un paio di minuti aggiungete i dadini di pesce e rosolate a fuoco vivo per 3-4 minuti, mescolando con attenzione. Irrorate con il vino bianco, quindi continuate la cottura a fuoco dolcissimo.
Tritate il prezzemolo.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete i taglierini ed un filo d’olio.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli, versateli nel sugo, aggiungete il prezzemolo e mescolate delicatamente per un paio di minuti, quindi suddividete nei singoli piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Trofie al nero di seppia con ragù di branzino

Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie al nero di seppia Val di Vara
400 g filetto di branzino
200 g code di gamberi già pulite
1/2 bicchiere vino bianco
1 scalogno
Olio extravergine d'oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Mentre l'acqua bolle, tritate lo scalogno, quindi, in un tegame, scaldate qualche cucchiaio di olio EVO, aggiungete lo scalogno tritato e lasciate rosolare per un paio di minuti.
Aggiungete il filetto di branzino e le code di gamberi, fate rosolare per altri due minuti, quindi bagnate con il vino bianco. Lasciate evaporare, poi con una spatola o un cucchiaio massaggiate delicatamente i filetti finché non si sbriciolano, eventualmente aggiungendo un po' di acqua di cottura della pasta. Tenete in caldo.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le trofie.
Quando saranno al dente, rimettete sul fuoco il tegame con il ragù, scolate le trofie e aggiungetele al ragù, mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi distribuite nei piatti dei commensali e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Trofie al nero di seppia con gamberi, robiola e profumo di cedro

Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie al nero di seppia Val di Vara
400 g code di gamberi
200 g robiola
1/2 bicchierino porto rosso
buccia grattugiata di un cedro (possibilmente non trattato) - se non si trova il cedro, si può usare il limone, si otterrà un gusto leggermente più aspro.
1 scalogno
Olio extravergine d'oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Tritate lo scalogno, quindi, in un tegame, scaldate qualche cucchiaio di olio EVO, aggiungete lo scalogno tritato e lasciate rosolare per un paio di minuti.
Aggiungete i i gamberi, fate rosolare per altri due minuti, quindi bagnate con il porto. Lasciate evaporare, poi aggiungete la robiola.
Lasciate cuocere a fuoco molto dolce, finché la robiola non è diventata una crema, aggiungendo, se necessario, un poco di acqua calda.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i taglierini.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli e versateli nella padella con i gamberi e la robiola; unite la buccia di cedro grattugiata, mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi distribuite nei piatti dei commensali e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini al nero di seppia con gamberi e fiori di zucca

taglierini nero seppia_150
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini al nero di seppia
400 g code di gamberi
24 fiori di zucca o di zucchina
30 g pinoli
1 scalogno
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo, pulite i fiori di zucca: tagliate il gambo ed il calice verde ed eliminate i pistilli; apriteli e lavateli delicatamente sotto l'acqua corrente, quindi asciugateli con carta da cucina. Tritate lo scalogno, quindi, in un tegame, scaldate qualche cucchiaio di olio EVO, aggiungete lo scalogno tritato e lasciate rosolare per un paio di minuti. Aggiungete i fiori di zucca, dividendoli in petali con le mani. Dopo qualche minuto di cottura, trasferite i fiori di zucca con lo scalogno in un mortaio, aggiungete i pinoli, qualche cucchiaio d'olio, un po' di sale grosso e pepe, e pestate fino ad ottenere una crema tipo pesto (potete farlo anche nel frullatore). Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i taglierini. Ponete nel tegame i gamberi e lasciate cuocere per qualche minuto, aggiustando di sale e pepe. Quando i taglierini saranno al dente, scolateli e versateli nella padella con i gamberi; unite la crema di fiori di zucca, mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi distribuite nei piatti dei commensali e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Gran raviolo ai funghi porcini con capesante e gamberi

gran raviolo porcini_lr 200
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 Kg Gran ravioli ai funghi porcini Val di Vara
250 g gamberi puliti
250 g capesante pulite
1/2 bicchiere latte
1 cucchiaio farina
timo limone (o timo normale)
burro
sale e pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo pulite e asciugate i gamberi e le capesante, quindi dividete il corallo dalla noce delle capesante. Tagliate quest'ultimo a "monete" sottili. Quando l'acqua sta per bollire, ponete sul fuoco un tegame grande con un pezzo di burro ed il timo limone e lasciatelo sciogliere lentamente. Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i gran ravioli. Adagiate i gamberi nel burro e lasciate insaporire un paio di minuti, mentre scaldate il latte. Spolverate con un cucchiaio di farina e lasciate tostare per alcuni secondi, quindi versate lentamente il latte mescolando bene per evitare che si formino grumi. Salate e pepate.
Quando i gran ravioli saranno al dente, scolateli e versateli nella padella con il sugo; aggiungete le "monete" di capesante e mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi distribuite direttamente nei piatti dei commensali e servite.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Lasagne bianche con pesce e frutti di mare

lasagna 200
Ingredienti per 6-8 porzioni:
500 g pasta per lasagne fresca
200 g gamberi sgusciati
200 g canestrelli (molluschi) senza conchiglia
400 g merluzzo senza pelle e lische
200 g pomodori ciliegini
50 g olive nere a rondelle
50 g olive verdi a rondelle
100 g burro
100 g farina
1 l latte
timo fresco, coriandolo, noce moscata, zenzero
sale, pepe, zucchero

Lavate e asciugate accuratamente tutto il pesce e tagliate grossolanamente a pezzetti il merluzzo. Tagliate in otto parti i pomodorini e conditeli con zucchero, sale e pepe; lasciateli riposare.
In una pentola, portate il latte ad ebollizione con sale, pepe, timo, coriandolo e zenzero.
Quando bolle, versate il pesce e lasciate cuocere a fuoco molto dolce per 5 minuti. Recuperate il pesce e, se necessario, filtrate il latte.
In un'altra pentola fate fondere il burro senza farlo friggere, quindi incorporate la farina e con una frusta mescolate bene per formare un roux, finché non si colora leggermente; mescolando sempre aggiungete il latte caldo lentamente, grattugiate un po' di noce moscata e lasciate sul fuoco finché non si addensa - 3-4 minuti - per ottenere una besciamella morbida (se necessario, aggiungete ancora un po' di latte).
Tritate abbastanza finemente il pesce, quindi incorporatelo alla besciamella; incorporate anche i pomodorini e le olive verdi e nere.
Prendete una teglia e rivestitela di carta forno o ungetela bene con il burro. Mettete sul fondo uno strato sottile di besciamella, quindi alternate strati di pasta e besciamella mista al pesce. Terminate ricoprendo bene con la besciamella in modo che la pasta non si secchi in forno. Coprite la teglia con un foglio di alluminio. Tutta questa preparazione si può fare anche il giorno prima, conservando le lasagne in frigorifero. Toglietele almeno un'ora prima di infornarle e tenetele a temperatura ambiente.
Scaldate il forno a 200°C.
Cuocete le lasagne in forno caldo per 20 minuti circa, togliendo il foglio di alluminio 5 minuti prima della fine, finché non saranno ben calde e leggermente dorate in superficie.
Una volta pronte distribuitele nei piatti e servite. P.S.: potete variare il pesce come preferite, aggiungendo anche cozze, vongole o altri molluschi.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Insalata di trofie fresche con pesto e frutti di mare

trofie_lr_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 Kg Trofie fresche di farina "00" granito Val di Vara
2x150 g Pesto alla genovese Val di Vara
1 Kg conchiglie (cozze, vongole, fasolari...)
300 g code di gambero
300 g calamari
300 g pomodori ciliegini
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
vino bianco
1 spicchio aglio (se piace)
sale, pepe

Lavate le conchiglie e mettetele a bagno in acqua e sale per almeno 1 ora. Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo disponete le conchiglie in un capace tegame e fatele aprire a fuoco vivo per 5 minuti a tegame coperto. Eliminate le conchiglie tenendone qualcuna per guarnire, tenete a parte i molluschi e filtrate il liquido di cottura. Pulite i gamberi eliminando il carapace ed il filo nero sul dorso, e tagliate a striscioline i calamari. In un tegame (anche quello dove avete fatto aprire le conchiglie, purché non ci sia sabbia) scaldate un po' d'olio e lo spicchio di aglio; aggiungete i calamari ed insaporite per un paio di minuti, quindi aggiungete i gamberi. Dopo altri due minuti, sfumate con un po' di vino bianco, aggiustate di sale e pepe, aggiungete i pomodori ciliegini tagliati a spicchi, quindi continuate la cotture per ulteriori 10 minuti aggiungendo, se necessario, il liquido di cottura filtrato delle conchiglie, poi fate raffreddare Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le trofie ed un filo d’olio. Versate il pesto in una capace zuppiera, aggiungere un mestolino di acqua di cottura e mescolate. Quando le le trofie saranno al dente, scolatele e raffreddatele sotto l'acqua corrente, quindi versate nella zuppiera con il pesto, aggiungete i frutti di mare freddi, lasciate riposare per qualche tempo in frigorifero e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Gran ravioli al pesto e fagiolini con gamberi e pomodorini

gran raviolo verde_lr
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 Kg
Gran ravioli al pesto e fagiolini Val di Vara
500 g di gamberi
500 g pomodorini ciliegia
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
vino bianco
sale, pepe, zucchero

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo sgusciate i gamberi, lavateli e privateli dell’intestino.
Tagliate in quarti i pomodorini ciliegia.
In una capace padella, scaldate un poco d’olio, quindi aggiungete i gamberi, rosolate per qualche minuto e sfumate con il vino bianco.
Aggiungete i pomodorini, salate, pepate ed aggiungete un pizzico di zucchero, per togliere l’acidità ai pomodorini. Continuate la cottura per 5 minuti.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete i gran ravioli ed un filo d’olio.
Quando i ravioli saranno al dente, scolateli e versateli nella padella; riaccendete il fuoco sotto alla padella, mescolate delicatamente per un paio di minuti e servite in una zuppiera o nei singoli piatti.

Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Trofie al nero di seppia con gamberi e porcini

Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie al nero di seppia Val di Vara
200 g funghi porcini
200 g code di gamberi già pulite
1/2 bicchiere vino bianco
1 scalogno
Olio extravergine d'oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe, prezzemolo

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Mentre l'acqua bolle, tritate lo scalogno, quindi, in un tegame, scaldate qualche cucchiaio di olio EVO, aggiungete lo scalogno tritato e lasciate rosolare per un paio di minuti.
Aggiungete le code di gamberi, fate rosolare per altri due minuti, quindi bagnate con il vino bianco. Pulite i funghi e tagliateli a lamelle, quindi aggiungeteli nel tegame con i gamberi. Lasciate cuocere qualche minuto a fiamma dolce, aggiustate di sale e pepe, quindi tenete in caldo. Tritate il prezzemolo.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le trofie.
Quando saranno al dente, rimettete sul fuoco il tegame con il sugo, scolate le trofie e aggiungetele insieme ad un mestolino di acqua di cottura, mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi distribuite nei piatti dei commensali, spolverate con prezzemolo tritato e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini bio al peperoncino con crema di pesce

taglierini bio peperoncino_200
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini biologici al peperoncino Val di Vara
500 g filetti di merluzzo
250 g gamberi sgusciati
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
75 g burro
75 g farina
0,5 l latte tiepido
50 g ricotta salata grattugiata
1 carota
2 gambi di sedano
sale, pepe, prezzemolo

Preriscaldate il forno a 200°C. Pulite e tritate la carota ed il sedano, e fateli appassire in un tegame con un po' di olio EVO. Tagliate a dadini il merluzzo e tritate il prezzemolo.
In un tegame alto, sciogliete il burro, quindi incorporate la farina mescolando bene, fino ad ottenere una crema; aggiungete lentamente il latte tiepido mescolando continuamente e portate ad ebollizione, quindi riducete il calore e lasciate sobbollire per due minuti, sempre mescolando, finché la besciamella non si sarà addensata. Rimuovete dalla fiamma e aggiustate di sale e pepe.
In una teglia da forno, combinate le verdure, il merluzzo, i gamberi e la besciamella e infornate per 30 minuti.
Nel frattempo, ponete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Quando l'acqua bolle, salatela e aggiungete i taglierini ed un filo d’olio.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli, rimuovete la teglia dal forno, mescolate molto delicatamente i taglierini con il composto di pesce e besciamella, spolverate con il prezzemolo e la ricotta salata, aggiungete ancora un pizzico di sale e una macinata di pepe, quindi rimettete in forno per 15 minuti.
Portate in tavola la teglia e servite direttamente ai commensali la pasta fumante.
Successo assicurato!

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini al nero di seppia con asparagi, gamberi, salmone e mascarpone

taglierini nero seppia_150
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini al nero di seppia Val di Vara
200 g salmone fresco
200 g gamberi già sgusciati
250 g asparagi
250 g mascarpone
1 scalogno
burro
vino bianco secco
sale, pepe, timo

Pulite e lessate gli asparagi, quindi tagliateli a pezzi lunghi circa 3 cm. Tenete da parte alcune punte per guarnire.
Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Tritate lo scalogno e tagliate a dadini il salmone, dopo averlo privato della pelle e della lisca centrale.
In un tegame scaldate un po' di burro, quindi aggiungete lo scalogno; dopo qualche minuto aggiungete i gamberi, il salmone e gli asparagi, insaporite con il timo, quindi irrorate con il vino bianco e fate evaporare. Aggiustate di sale e pepe. Aggiungete anche il mascarpone e continuate la cottura a fuoco dolcissimo per pochi minuti. Tenete in caldo.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete i taglierini ed un filo d’olio.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli, versateli nel sugo, mescolate delicatamente per un paio di minuti, quindi suddividete nei singoli piatti, decorate con le punte di asparago tenute da parte, e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Insalata di trofie al nero di seppia con gamberi e peperoni al forno

Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie al nero di seppia Val di Vara
250 g gamberi sgusciati
1 peperone rosso
1 peperone giallo
1 peperone verde
1 spicchio aglio
Olio extravergine d'oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe, timo fresco

Accendete il forno alla temperatura massima.
Lavate ed asciugate i peperoni, quindi disponeteli sulla teglia, sopra un foglio di carta forno e infornateli.
Girateli ogni 5 minuti e lasciateli finché la pelle sarà abbrustolita; toglieteli quindi dal forno e disponeteli in un contenitore coperto. Lasciateli riposare per 5 minuti, quindi spellateli, apriteli, eliminate picciolo e semi e conservate e filtrate il liquido che avranno formato durante la cottura. Tagliateli a filetti.
In una ciotola, mescolate olio EVO, sale, pepe, lo spicchio d'aglio tagliato a fettine sottili e il timo, quindi aggiungete i peperoni e mescolate bene. Lasciate riposare almeno 30 minuti (potete lasciare in infusione anche fino al giorno successivo, in frigorifero).
Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Mentre l'acqua bolle, in un tegame scaldate un po' d'olio EVO, quindi soffriggete i gamberi per pochi minuti e spegnete la fiamma.
Aggiustate di sale e pepe e aggiungete un rametto di timo.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le trofie.
Quando saranno al dente, scolate le trofie e raffreddatele sotto l'acqua corrente, quindi versatele in una zuppiera, aggiungete i gamberi tiepidi ed i filetti di peperone con il loro condimento.
Mescolate e servite i vostri commensali.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Insalata di trofie al nero di seppia con gamberi e stracciatella pugliese

Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie al nero di seppia Val di Vara
200 g gamberi sgusciati
200 g stracciatella pugliese
200 g pomodori datterini
1 mazzetto di coriandolo fresco
Olio extravergine d'oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Mentre l'acqua bolle, in un tegame scaldate un po' d'olio EVO, quindi soffriggete i gamberi per pochi minuti e spegnete la fiamma.
Aggiustate di sale e pepe.
Tagliate in quattro spicchi i datterini e tritate il coriandolo.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le trofie.
Quando saranno al dente, scolate le trofie e raffreddatele sotto l'acqua corrente, quindi versatele in una zuppiera, aggiungete un giro d'olio EVO, i gamberi tiepidi, la stracciatella, i datterini ed il coriandolo tritato.
Mescolate e servite i vostri commensali.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini bio al peperoncino con gamberi e lenticchie

taglierini bio peperoncino_200
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini biologici al peperoncino Val di Vara
250 g gamberi sgusciati
200 g lenticchie
50 g pancetta tesa
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
200 g passata di pomodoro
1 scalogno
sale, zucchero, rosmarino

Mettete a bagno le lenticchie secondo le indicazioni riportate sulla confezione, quindi lessatele per 15 minuti.
Quando le lenticchie saranno lessate, ponete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Nel frattempo, tritate la pancetta a dadini e lo scalogno molto finemente. Mettete sul fuoco un largo tegame, scaldate un filo d'olio EVO, quindi aggiungete lo scalogno e la pancetta e lasciate soffriggere per alcuni minuti; aggiungete un rametto di rosmarino e le lenticchie e lasciate insaporire, quindi aggiungete anche la passata di pomodoro e un pizzico di zucchero e cuocete per 10 minuti, aggiungendo, se necessario, qualche cucchiaio di acqua calda. Infine, aggiungete anche i gamberi, aggiustate di sale e cuocete per altri 5 minuti.
Quando l'acqua bolle, salatela e aggiungete i taglierini ed un filo d’olio.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli e versateli nel tegame con il sugo, mescolate molto delicatamente per alcuni minuti, quindi suddividete nei piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Tagliatelle bio con cannellini, gamberi e lardo di Arnad

tagliatelle bio_small
Ingredienti per 4-6 porzioni:
500 g Tagliatelle biologiche Val di Vara
300 g code di gambero sgusciate e pulite
200 g fagioli cannellini precotti
50 g lardo di Arnad
vino bianco
1 scalogno
2 rametti rosmarino
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo tritate finemente lo scalogno, il lardo di Arnad e il rosmarino (se preferite, lasciatelo interno per poterlo togliere).
Scaldate un tegame, quindi aggiungete il lardo, lo scalogno e il rosmarino. Fate rosolare per qualche minuto, poi versate i gamberetti e continuate la cottura per qualche altro minuto; sfumate con un goccio di vino bianco. Aggiungete i cannellini e aggiustate di sale e pepe. Tenete in caldo.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le tagliatelle ed un filo d’olio.
Quando le tagliatelle saranno al dente, scolatele, versatele nel sugo e mescolate delicatamente per un paio di minuti, quindi suddividete nei singoli piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Riso rosso con gamberetti e ceci

riso rosso_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g riso rosso
300 g gamberetti già puliti
200 g ceci precotti
100 ml yogurt greco
1 scalogno
1 l brodo vegetale
Vino bianco secco
burro
buccia di arancia grattugiata
sale, pepe, curcuma

Lavate, pulite ed affettate finemente lo scalogno. Scaldate il brodo.
In una pentola fate fondere un pezzo di burro, quindi aggiungete lo scalogno, fate rosolare per qualche minuto e aggiungete anche il riso; tostate, aggiungete i gamberetti, fate prendere calore, poi sfumate con il vino bianco.
Appena il vino sarà evaporato continuate la cottura aggiungendo brodo caldo e mescolando regolarmente; all'incirca a metà cottura aggiungete la curcuma e i ceci, poi continuate con il brodo.
Quando il riso sarà quasi cotto, aggiungete lo yogurt e continuate a mescolare. Aggiustate di sale e pepe.
Infine, a cottura ultimata, spegnete il fuoco, aggiungete la buccia di arancia, mescolate e lasciate riposare per un paio di minuti.
Distribuite nei piatti e servite.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Calamarata con gamberi e canestrelli

Una pasta partenopea, con un sugo di molluschi e crostacei particolarmente gustoso…
Ingredienti (per 4-6 persone):
Calamarata_300
500 g calamarata
200 g gamberi sgusciati
200 g canestrelli (molluschi) senza conchiglia
400 g passata di pomodoro
olio EVO
vino bianco
1 scalogno
timo fresco, coriandolo
sale, pepe, zucchero

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Lavate e asciugate accuratamente tutto il pesce. Lavate, asciugate e tritate lo scalogno.
In un tegame scaldate un po' d'olio e, appena caldo, aggiungete lo scalogno, il timo e il coriandolo e soffriggete per qualche minuto. Aggiungete anche i gamberi, soffriggete ancora per qualche minuto, quindi sfumate con il vino bianco.
Versate il pomodoro, aggiustate di sale e pepe, aggiungete un pizzico di zucchero e cuocete ancora per poco a fiamma bassa.
Quando l'acqua bolle, salatela e versatevi la calamarata. Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nel tegame con il sugo, aggiungete i canestrelli, mescolate delicatamente per alcuni minuti, distribuitele nei piatti e servite.

P.S.: per un effetto più scenografico, scolate la pasta a metà cottura, mescolatela con il sugo, disponete le singole porzioni in fogli di carta forno inumiditi, chiudete bene e terminate la cottura in forno a 200°C per 10 minuti; servite ad ognuno il suo cartoccio.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Linguine con gamberi, peperoni cruschi e bottarga

Ricco di gusto e delicatezza, un piatto che unisce la terra al mare...
Ingredienti (per 4-6 persone):
Linguine_300
500 g linguine
300 g gamberi sgusciati e puliti
100 g peperoni cruschi
olio EVO
bottarga
pane grattugiato
sale, pepe nero grattugiato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Tagliate la testa ai peperoni cruschi, eliminate tutti i semi e tagliateli a pezzi.
In una capace padella fate scaldare dell'olio EVO e, quando è caldo, soffriggete i peperoni cruschi per 20-30 secondi. Toglieteli e metteteli su un piatto, poi sbriciolateli con le dita. Mettete in padella i gamberi e portate a cottura a fuoco moderato; aggiustate di sale e pepe.
Quando l'acqua bolle, salatela e versatevi le linguine.
Quando la pasta sarà molto al dente, scolatela e versatela nella padella con il sugo; aggiungete i peperoni cruschi sbriciolati, una manciata di pan grattato, mescolate delicatamente per un paio di minuti, distribuite nei piatti, spolverate con un cucchiaio di bottarga e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Tonnarelli gamberi e spinaci

Un piatto primaverile, adatto per le prime giornate di sole e caldo...
Ingredienti (per 4-6 persone):
tonnarelli_300
500 g tonnarelli
250 g gamberi già sgusciati e puliti
250 g spinaci novelli
100 g gherigli di noci
olio EVO
1 limone non trattato
1 scalogno
1 rametto di timo
vino bianco secco
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Pulite, lavate e tritate lo scalogno.
Sciacquate e asciugate gli spinaci.
Tritate grossolanamente le noci.
Lavate molto bene e asciugate il limone.
In una capace padella fate scaldare dell'olio con il timo e, quando sarà caldo, aggiungete lo scalogno; lasciatela imbiondire per qualche minuto poi aggiungete i gamberi. Rosolate ancora per qualche minuto, poi sfumate con il vino bianco, lasciate evaporare e continuate la cottura per pochi minuti. Aggiustate di sale e pepe.
Aggiungete gli spinaci e le noci, spegnete e tenete in caldo.
Quando l'acqua bolle, salatela e versatevi i tonnarelli.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con il sugo; aggiungete un paio di cucchiai di acqua di cottura e saltate per un paio di minuti, quindi distribuite nei piatti, grattugiate su ogni piatto un po' di buccia di limone (solo la parte gialla) e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Insalata di gramigna con gamberi, formaggio spalmabile e rucola

Dolce, piccante, con un tocco di mare e la leggera acidità del limone…
Ingredienti (per 4-6 persone):
gramigna_300
500 g gramigna
300 g gamberi sgusciati
200 g pomodori ciliegini
150 g formaggio cremoso
100 g rucola
50 g noci macadamia
olio EVO
buccia grattugiata di ½ limone
paprika
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua ed una più piccola per i gamberi.
Lavate, asciugate e tagliate in quattro i pomodorini.
Lavate, asciugate e spezzate grossolanamente con le mani la rucola.
Tritate grossolanamente le noci macadamia.
Lessate i gamberi per 2-5 minuti a seconda della grandezza.
In una ciotola, lavorate il formaggio con la paprika per renderlo cremoso.
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffateci la gramigna.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e raffreddatela sotto l'acqua corrente, quindi, dopo aver fatto scolare nuovamente l'acqua, versatela in una zuppiera; aggiungete un filo d'olio e mescolate.
Aggiungete i gamberi, i pomodorini, la rucola, le noci macadamia, il formaggio mescolato alla paprika e la buccia di limone; aggiustate di sale e pepe, mescolate con cura e portate in tavola.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Insalata tiepida di riso rosso con gamberi e robiola

Sotto il solleone o dopo un temporale, questo piatto vi strapperà un sorriso!
riso rosso_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g riso rosso
300 g gamberi sgusciati e devenati
150 g robiola fresca
100 g pomodori secchi sott'olio
bottarga
olio EVO
zenzero (fresco o essiccato, come preferite)
1 limone (possibilmente non trattato, per la buccia)
basilico fresco
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Lavate accuratamente il limone, eventualmente con un po' di bicarbonato, e asciugatelo accuratamente.
Tagliate a dadini la robiola e a pezzetti i pomodori secchi, dopo averli scolati dall'olio.
In un largo tegame, scaldate un po' di olio e saltate i gamberi per qualche minuto.
Quando l'acqua bolle, salatela e lessate il riso; quando sarà cotto scolatelo, conditelo con un filo d'olio e lasciatelo intiepidire.
Distribuite il riso nei piatti, create in ognuno un incavo nel centro, aggiungete i gamberi, la robiola, i pomodori sott'olio, una grattugiata di buccia di limone, una grattugiata di zenzero, un pizzico di bottarga e qualche fogliolina di basilico e servite.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Trofie fresche con frutti di mare al cartoccio

trofie_lr
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 Kg Trofie fresche di farina "00" granito Val di Vara
200 g anelli di calamari
1 trancio rana pescatrice
100 g gamberetti
100 g cozze sgusciate
200 g passata di pomodoro
1/2 bicchiere prosecco
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
1 cucchiaio prezzemolo tritato
1 spicchio aglio (se piace)
sale, pepe, zucchero

Lavate con molta cura il pesce ed asciugatelo con attenzione. Togliete la pelle e l'osso centrale al trancio di rana pescatrice.
Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo mettete sul fuoco una padella con poco olio EVO e lo spicchio d'aglio (se vi piace); appena l'aglio avrà preso colore, toglietelo ed aggiungete il pesce. Quando sarà leggermente rosolato, bagnate con il prosecco e fate evaporare. Mescolate frequentemente mi modo che il trancio di rana pescatrice si sfaldi.
Aggiungete anche il prezzemolo tritato, la passata di pomodoro, un pizzico di zucchero, salate e pepate e lasciate cuocere per 10 minuti circa.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le trofie.
Quando le trofie saranno al dente, scolatele e versatele nella padella con il sugo; mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi suddividetele in un numero di fogli di alluminio pari ai commensali. Chiudeteli con attenzione e passateli in forno per 5 minuti a 200°C, dopodiché serviteli ancora chiusi direttamente nei piatti dei commensali.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Galletti multicolore con gamberi, formaggio cremoso e mandorle

Molti colori e molti sapori, per una grande armonia del gusto!
Galletti Naif_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g galletti multicolore
300 g gamberi sgusciati e devenati
200 g formaggio cremoso
100 g pomodori secchi sott'olio
50 g mandorle a lamelle
2 friggitelli
3 acciughe sott'olio
10 olive nere
1 scalogno
bottarga
olio EVO
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Lavate, asciugate e tritate lo scalogno.
Eliminate la calotta dei friggitelli, tagliateli a falde, eliminate i semi, lavateli velocemente, asciugateli ed infine tagliateli a quadratini.
Tagliate a striscioline i pomodori ed a fettine le olive nere.
In un tegame largo abbastanza per contenere anche la pasta tostate le mandorle, quindi versatele in un piatto; nello stesso tegame scaldate dell'olio con lo scalogno, le acciughe e qualche cucchiaio d'acqua; fate soffriggere per qualche minuto, poi aggiungete i gamberi e i friggitelli. Lasciate cuocere per pochi minuti, poi aggiungete anche il formaggio cremoso, i pomodori e le olive nere; diluite con qualche cucchiaio di acqua di cottura e tenete a fiamma bassa in modo che si formi una crema e tutti gli ingredienti si amalgamino. Aggiustate di sale e pepe, spegnete e tenete in caldo
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffateci i galletti.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela tenendo da parte un mestolino di acqua di cottura e versatela nel tegame; mescolate delicatamente per qualche minuto, aggiungendo se necessario un po' dell'acqua tenuta da parte.
Distribuite nei piatti, completate con alcune lamelle di mandorla e mezzo cucchiaino di bottarga e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Ravioli freschi bicolore al branzino con ragù di gamberi

Un raviolo raffinato, con un delicato ripieno al branzino!
Metà sono bianchi, metà con il nero di seppia nella sfoglia,
che gli conferisce una grande eleganza!
Ravioli bicolore al branzino
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 kg Ravioli freschi bicolore al branzino Val di Vara
600 g gamberi
1 scalogno
1 bicchierino di brandy
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
timo
buccia di limone grattugiata
sale, pepe

Sgusciate e lavate i gamberi. Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo, tagliate lo scalogno a fettine sottili; in un tegame fate scaldare l'olio EVO, quindi aggiungete lo scalogno e fatelo imbiondire. Tritate grossolanamente i gamberi, lasciandone qualcuno intero da usare come guarnizione, quindi aggiungeteli nel tegame, fate rosolare per qualche minuto e bagnate con il brandy.
Quando il brandy sarà evaporato salate, pepate, aromatizzate con le timo e cuocete per 5 minuti circa, aggiungendo un goccio d'acqua calda se necessario.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i ravioli.
Quando saranno al dente, scolateli e versateli nella padella con il sugo; aggiungete la buccia di limone grattugiata e mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi distribuite nei piatti dei commensali e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF