Trofie di castagne con mascarpone e noci

Trofie
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie di castagne Val di Vara
100 g mascarpone
100 g panna da cucina
100 g noci sgusciate
burro
parmigiano grattugiato
sale, pepe, erba cipollina

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo in un frullatore, sbriciolate le noci avendo cura di non polverizzarle troppo.
In un tegame fate sciogliere un pezzo di burro, quindi aggiungete il mascarpone, la panna, un pizzico di sale e pepe a piacimento. Non appena il tutto si sarà sciolto ed amalgamato bene, incorporate le noci, aggiungete l'erba cipollina e spegnete il fuoco.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le trofie ed un filo d’olio.
Quando le trofie saranno al dente, scolatele, versatele nel sugo, riaccendete la fiamma e mescolate delicatamente per un paio di minuti (se occorre, potete allungare con un filo di acqua di cottura per tenere la crema morbida), quindi suddividete nei singoli piatti, aggiungete del parmigiano grattugiato e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Pansoti con noci e gorgonzola

pansoto_lr
Ingredienti (per 4-6 persone):
  • 1 kg Pansoti alla ricotta di Varese Ligure e borragine Val di Vara
  • 200 g gorgonzola dolce
  • 100 g gherigli di noci
  • burro
  • prezzemolo tritato
  • latte
  • sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo, tritate grossolanamente le noci, quindi, in un tegame, mettete a sciogliere un pezzetto di burro; quando sarà sciolto, aggiungete il gorgonzola a dadini e poco latte. Lasciate sciogliere il formaggio aggiungendo, se necessario, ancora poco latte: si deve ottenere una crema morbida. Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i ravioli. Quando saranno al dente, scolateli e versateli nella padella con il sugo; aggiungete le noci e mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi distribuite nei piatti dei commensali, spolverate con poco prezzemolo e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Tagliatelle di castagne con radicchio, noci e uvetta

tagliatelle castagne_200
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Tagliatelle di castagne Val di Vara
100 g noci sgusciate
200 g ricotta
1 piccolo cespo di radicchio
50 g uvetta
1 scalogno
burro
brandy
sale, pepe

Mettete ad ammollare l'uvetta con del brandy.
Tagliate il radicchio a striscioline, lavatelo bene sotto l'acqua corrente e lasciatelo in ammollo in acqua fredda per 30 minuti, cambiando l'acqua ogni 10 minuti per togliere un po' d'amaro; quindi scolatelo senza asciugarlo troppo (l'acqua residua aiuterà la cottura).
Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Tritate finemente lo scalogno.
In un tegame mettete un pezzo di burro, quindi aggiungete lo scalogno e fate soffriggere per qualche minuto; aggiungete anche il radicchio scolato e le uvette, tenendo da parte il brandy che aggiungerete dopo qualche altro minuto. Quando sarà evaporato aggiungete la ricotta e le noci ed aggiustate di sale e pepe a piacimento. Se occorre, potete allungare con un po' di acqua di cottura per tenere la crema morbida.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le tagliatelle ed un filo d’olio.
Quando le tagliatelle saranno al dente, scolatele, versatele nel sugo e mescolate delicatamente per un paio di minuti, quindi suddividete nei singoli piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Gnocchi con vongole e pesto di rucola e noci

gnocco_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g gnocchi di patate
1 kg vongole in conchiglia
200 g pomodori ciliegini
100 g rucola
50 g gherigli di noce
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
2 cucchiai di parmigiano grattugiato (facoltativo)
sale, pepe

Lavate le vongole e mettetele a bagno in acqua e sale per almeno 1 ora.
Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo, disponete le vongole in un tegame con qualche cucchiaio di olio e acqua e fatele aprire a fuoco vivo per 5 minuti a tegame coperto. Eliminate le vongole che non si fossero aperte, estraete i molluschi e teneteli a parte, conservandone qualcuno con la conchiglia per guarnire, e filtrate il liquido di cottura. Sciacquate il tegame che utilizzerete nuovamente più tardi, per eliminare eventuale sabbia fuoriuscita dalle vongole.
Lavate la rucola ed asciugatela.
Aggiungete nel frullatore la rucola, i gherigli di noce, il formaggio (se volete usarlo), sale, pepe e olio EVO e frullate il tutto fino ad ottenere una crema omogenea; regolate l'olio in modo da ottenere una consistenza abbastanza fluida.
Tagliate i pomodorini in quattro spicchi.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete gli gnocchi.
Man mano che vengono a galla, scolateli con una schiumarola e versateli nel tegame che avevate utilizzato per aprire le vongole; aggiungete i molluschi, il liquido di cottura filtrato e i pomodorini a spicchi e scaldate il tutto per un paio di minuti. Trasferite in una zuppiera, aggiungete il pesto di rucola, mescolate gentilmente, distribuite nei piatti, decorate con le conchiglie che avevate tenuto a parte e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Insalata di trofie di farina di castagne con noci e sardine

trofie_lr_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
250 g Trofie di farina di castagne Val di Vara
2 scatole sardine sott'olio
100 g gherigli di noci
1 mazzetto prezzemolo
50 g uvetta sultanina (opzionale - se vi piace più agrodolce)
1 arancia (possibilmente non trattata)
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Nel frattempo scolate le sardine e sbriciolatele in una zuppiera con una forchetta; tritate grossolanamente le noci e finemente il prezzemolo ed aggiungete il tutto alla zuppiera.
Mettete a bagno l'uvetta, se la usate, in una ciotola con un po' di acqua tiepida.
Lavate attentamente e grattugiate finemente la parte colorata della buccia dell'arancia e spremetene il succo, eliminando pellicine e semi; in una ciotola, emulsionate il succo d'arancia con dell'olio EVO, aggiustate di sale e pepe e lasciate riposare.
Quando l'acqua bolle, salatela e aggiungete le trofie.
Quando le trofie saranno al dente, scolatele e raffreddatele sotto l'acqua corrente, quindi versatele nella zuppiera; aggiungete l'uvetta scolata, se la utilizzate, l'emulsione di succo d'arancia e olio EVO, la buccia dell'arancia grattugiata, mescolate delicatamente e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini bio integrali con speck, ricotta, spinaci novelli e noci

taglierini bio integrali
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini biologici integrali Val di Vara
200 g speck
200 g ricotta
300 g spinaci novelli
100 g noci
1 scalogno
burro
parmigiano grattugiato
sale, pepe, noce moscata

Ponete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Tritate lo scalogno, riducete lo speck a cubetti o striscioline e sminuzzate grossolanamente le noci nel mixer.
Quando l'acqua bolle, salatela e aggiungete i taglierini ed un filo d’olio.
Nel frattempo, in un tegame, sciogliete un pezzo di burro, quindi unite lo scalogno, rosolate per qualche minuto, unite anche lo speck e cuocete per qualche altro minuto, infine unite gli spinaci ed una grattugiata di noce moscata; lasciate andare a fuoco lento aggiungendo, se necessario, qualche cucchiaio di acqua di cottura.
Versate la ricotta in una ciotola e lavoratela con un cucchiaio fino ad ottenere una crema spumosa.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli, versateli nel tegame, aggiungete la ricotta e le noci, aggiustate di sale e pepe, spolverate di parmigiano grattugiato, mescolate delicatamente per qualche minuto, poi suddividete nei singoli piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Tonnarelli gamberi e spinaci

Un piatto primaverile, adatto per le prime giornate di sole e caldo...
Ingredienti (per 4-6 persone):
tonnarelli_300
500 g tonnarelli
250 g gamberi già sgusciati e puliti
250 g spinaci novelli
100 g gherigli di noci
olio EVO
1 limone non trattato
1 scalogno
1 rametto di timo
vino bianco secco
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Pulite, lavate e tritate lo scalogno.
Sciacquate e asciugate gli spinaci.
Tritate grossolanamente le noci.
Lavate molto bene e asciugate il limone.
In una capace padella fate scaldare dell'olio con il timo e, quando sarà caldo, aggiungete lo scalogno; lasciatela imbiondire per qualche minuto poi aggiungete i gamberi. Rosolate ancora per qualche minuto, poi sfumate con il vino bianco, lasciate evaporare e continuate la cottura per pochi minuti. Aggiustate di sale e pepe.
Aggiungete gli spinaci e le noci, spegnete e tenete in caldo.
Quando l'acqua bolle, salatela e versatevi i tonnarelli.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con il sugo; aggiungete un paio di cucchiai di acqua di cottura e saltate per un paio di minuti, quindi distribuite nei piatti, grattugiate su ogni piatto un po' di buccia di limone (solo la parte gialla) e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Croxetti in insalata con salmone e aneto

La pasta dei nobili liguri, marchiata con il loro stemma, insieme al principe dei pesci, il salmone…
Ingredienti (per 4-6 persone):
Croxetti-1100x1100_300
500 g croxetti o corzetti
300 g salmone fresco a tranci
3 coste sedano bianco
3 carote
100 g noci
1 mazzetto aneto
100 ml panna acida
olio EVO
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Lavate, asciugate e tagliate a fettine il sedano.
Pelate, lavate, asciugate e, aiutandovi con un pelapatate, riducete le carote a striscioline.
Lavate, asciugate e tritate l'aneto.
Tritate grossolanamente le noci.
In un tegame, scaldate un po' d'olio, aggiungete il salmone e, man mano che si cuocerà, sbriciolatelo con una forchetta o un cucchiaio di legno, assicurandovi di eliminare la pelle e le spine. Lasciate intiepidire.
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffateci i croxetti.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e raffreddatela sotto l'acqua corrente, quindi, dopo aver fatto scolare nuovamente l'acqua, versatela in una zuppiera; aggiungete un filo d'olio e mescolate.
Aggiungete il salmone tiepido, il sedano, le carote, l'aneto, le noci e la panna acida; aggiustate di sale e pepe, mescolate con cura e portate in tavola.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF