Pappardelle con speck, gorgonzola e peperoni

Un piatto non leggerissimo, ma estremamente saporito!
Ingredienti (per 4-6 persone):
Pappardelle
500 g pappardelle
150 g speck un una sola fetta
200 g gorgonzola
50 g panna da cucina
1 peperone
1 bustina zafferano
1 scalogno
olio EVO
parmigiano grattugiato
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Tritare lo scalogno, tagliate lo speck ed il gorgonzola a dadini e il peperone a listarelle.
In una capace padella, fate scaldare dell'olio EVO. Aggiungete lo scalogno quindi, dopo alcuni minuti, lo speck ed il peperone; dopo aver rosolato per qualche altro minuto, aggiungete la panna e, appena sarà calda, lo zafferano e poi il gorgonzola. Fate scaldare, a fiamma molto dolce, aggiungendo, se necessario, una goccia di latte fino ad ottenere una crema.
Aggiustate di sale e pepe. Tenete in caldo.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le pappardelle.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella; mescolate delicatamente per un paio di minuti quindi distribuite nei piatti dei commensali; aggiungete una spolverata di parmigiano grattugiato e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Trofie di farina "00" granito con spinaci e baccalà

Trofie
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie di farina "00" granito Val di Vara
300 g baccalà già ammollato
200 g spinaci freschi già puliti
100 g panna da cucina
1 cipolla
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
vino bianco
una manciata di pinoli tostati
sale, pepe, noce moscata

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo tritate la cipolla e tagliate il baccalà a dadini.
In un tegame scaldate un goccio d'olio, quindi unite la cipolla tritata e fate imbiondire per qualche minuto.
Aggiungete gli spinaci, salate, pepate e cuocete a fuoco medio per 3-4 minuti, dopodiché togliete dalla padella metà degli spinaci e aggiungete il baccalà. Soffriggete per un paio di minuti, quindi bagnate con il vino bianco, lasciate evaporare e continuate la cottura per una decina di minuti, aggiungendo, se necessario, un po' di acqua di cottura della pasta. Tenete in caldo.
Nel frattempo tritate con un minifrullatore gli spinaci che avevate tolto dalla padella, a cui avrete aggiunto la panna ed un po' di noce moscata, fino ad ottenere una crema liscia.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le trofie ed un filo d’olio.
Quando le trofie saranno al dente, scolatele, versatele nel sugo, aggiungete la crema di spinaci, riaccendete la fiamma, e mescolate delicatamente per un paio di minuti (se occorre, potete allungare con un filo di acqua di cottura per tenere la crema morbida), quindi suddividete nei singoli piatti, aggiungete qualche pinolo e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Trofie di castagne con mascarpone e noci

Trofie
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie di castagne Val di Vara
100 g mascarpone
100 g panna da cucina
100 g noci sgusciate
burro
parmigiano grattugiato
sale, pepe, erba cipollina

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo in un frullatore, sbriciolate le noci avendo cura di non polverizzarle troppo.
In un tegame fate sciogliere un pezzo di burro, quindi aggiungete il mascarpone, la panna, un pizzico di sale e pepe a piacimento. Non appena il tutto si sarà sciolto ed amalgamato bene, incorporate le noci, aggiungete l'erba cipollina e spegnete il fuoco.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le trofie ed un filo d’olio.
Quando le trofie saranno al dente, scolatele, versatele nel sugo, riaccendete la fiamma e mescolate delicatamente per un paio di minuti (se occorre, potete allungare con un filo di acqua di cottura per tenere la crema morbida), quindi suddividete nei singoli piatti, aggiungete del parmigiano grattugiato e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Paglia e fieno alla norcina

tagliatelle bio_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Tagliatelle fresche all’uovo Val di Vara
500 g Tagliatelle verdi Val di Vara
200 g salsiccia fresca (idealmente di Norcia)
125 ml panna da cucina
1 scalogno
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
vino bianco
parmigiano grattugiato
Timo, sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo, spellate e sbriciolate le salsicce.
Tritate lo scalogno; in un capace tegame, scaldate dell'olio EVO, quindi aggiungete lo scalogno tritato e lasciare rosolare per un paio di minuti.
Aggiungete la salsiccia, fate rosolare ancora per un paio di minuti e sfumate con il vino bianco. Continuate la cottura a fuoco lento.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le tagliatelle ed un filo d’olio.
Mentre le tagliatelle cuociono, aggiungete al sugo la panna. Salate, pepate e aggiungete un rametto di timo.
Quando le tagliatelle saranno al dente, scolatele e versatele nella padella, spolverate con parmigiano grattugiato, mescolate delicatamente per un paio di minuti e servite in una zuppiera o nei singoli piatti.


Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Tagliatelle fresche con fave e salmone

tagliatelle bio_small
Ingredienti per 4-6 porzioni:
1 Kg Tagliatelle fresche all’uovo Val di Vara
1 Kg fave fresche (circa 300 g di fave sgranate)
400 g salmone a fette
100 ml panna da cucina
1 scalogno Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
vino bianco
pane grattugiato
timo, sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo, togliete le fave dal baccello e con un coltellino privatele della parte superiore. Tuffatele per 2 minuti in acqua bollente salata, quindi scolatele e trasferitele in acqua fredda. Schiacciate il tegumento per fare uscire le fave. Tritate lo scalogno; in un capace tegame, scaldate dell'olio EVO, quindi aggiungete lo scalogno tritato e lasciare rosolare per un paio di minuti. Togliete la pelle e la lisca centrale al salmone, quindi aggiungetelo nel tegame; dopo 1 minuto, girate il salmone e aggiungete un goccio di vino bianco - il salmone, man mano che cuoce, tende a sfaldarsi: aiutatelo con un cucchiaio di legno in modo che si amalgami bene con le fave. Salate, pepate e aggiungete un rametto di timo. Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le tagliatelle ed un filo d’olio.
Mentre le tagliatelle cuociono, aggiungete al sugo la panna.
Quando le tagliatelle saranno al dente, scolatele e versatele nella padella, spolverate con pane grattugiato, mescolate delicatamente per un paio di minuti e servite in una zuppiera o nei singoli piatti.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini al nero di seppia con panna e salmone

taglierini nero seppia
Ingredienti (per 4-6 persone):
  • 500 g Taglierini al nero di seppia Val di Vara
  • 200 g salmone affumicato
  • 200 ml panna da cucina
  • burro
  • sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i taglierini.
Mentre i taglierini cuociono, ponete sul fuoco una larga padella con un pezzetto di burro e, quando sarà sciolto, aggiungete la panna, salate poco e pepate, e scaldate a fuoco molto basso.
Nel frattempo tagliate il salmone affumicato a piccoli pezzi.
Cuocete i taglierini per 2 minuti meno di quanto indicato sulla confezione, quindi scolateli e versateli nella padella con la panna; aggiungete il salmone e, se necessario, un goccio di latte, e fate insaporire per 2 minuti.
Versate in una zuppiera o direttamente nei piatti dei commensali e servite.

Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Taglierini freschi all'ortica con prosciutto di Praga e gorgonzola

taglierini ortica_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 kg Taglierini freschi all'ortica Val di Vara
200 g prosciutto di Praga un una sola fetta
200 g gorgonzola
200 g panna da cucina
1 scalogno
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
parmigiano grattugiato
sale, erba cipollina

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Tritare lo scalogno e tagliate il prosciutto di Praga ed il gorgonzola a dadini.
In una capace padella, fate scaldare dell'olio EVO. Aggiungete lo scalogno quindi, dopo alcuni minuti, il prosciutto tagliato a dadini; dopo aver rosolato per qualche altro minuto, aggiungete la panna e, appena sarà calda, il gorgonzola. Fate scaldare, a fiamma molto dolce, aggiungendo, se necessario, una goccia di latte fino ad ottenere una crema.
Aggiustate di sale e aggiungete l'erba cipollina. Tenete in caldo.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i taglierini.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli e versateli nella padella; mescolate delicatamente per un paio di minuti quindi distribuite nei piatti dei commensali; aggiungete una spolverata di parmigiano grattugiato e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini al nero di seppia con polpa di granchio

taglierini nero seppia_150
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini al nero di seppia Val di Vara
300 g polpa di granchio
100 ml passata di pomodoro
100 ml panna
1 spicchio aglio
olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
vino bianco secco
peperoncino
sale, zucchero, prezzemolo

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Tritate grossolanamente la polpa di granchio.
In un tegame scaldate un po' di olio EVO, quindi aggiungete l'aglio (che potrete togliere dopo un paio di minuti, oppure, se vi piace un po' più forte, aggiungetelo spremuto); dopo qualche minuto aggiungete la polpa di granchio, rosolate due minuti, quindi irrorate con il vino bianco e fate evaporare. Aggiungete la passata di pomodoro, un pizzico di zucchero, il peperoncino secondo il vostro gusto, aggiustate di sale. Aggiungete anche la panna e continuate la cottura a fuoco dolcissimo.
Tritate il prezzemolo.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete i taglierini ed un filo d’olio.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli, versateli nel sugo, aggiungete il prezzemolo e mescolate delicatamente per un paio di minuti, quindi suddividete nei singoli piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Trofie di farina "00" granito con speck, panna e rucola

trofie_lr_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie di farina "00" granito Val di Vara
200 g speck
150 ml panna da cucina
1 mazzetto di rucola
1 scalogno
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
paprika dolce
parmigiano grattugiato
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo tritate lo scalogno, tagliate a dadini lo speck e riducete a striscioline metà del mazzetto di rucola.
In un tegame scaldate un goccio d'olio, quindi unite lo scalogno tritato e fate imbiondire per qualche minuto.
Aggiungete lo speck e cuocete a fuoco medio per 3-4 minuti; aggiungete anche la rucola a striscioline, la panna e la paprika e lasciate cuocere a fuoco molto dolce, aggiungendo, se necessario, un po' di acqua di cottura della pasta. Aggiustate di sale e pepe. Tenete in caldo.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le trofie ed un filo d’olio.
Quando le trofie saranno al dente, scolatele, versatele nel sugo, aggiungete la rucola rimanente e mescolate delicatamente per un paio di minuti, quindi suddividete nei singoli piatti, aggiungete una spolverata di formaggio grattugiato e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Pansoti alle tre P

pansoto_lr_150
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 kg Pansoti alla ricotta di Varese Ligure e borragine Val di Vara
200 g prosciutto di praga
200 g piselli
200 ml panna
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
1 scalogno
noce moscata
parmigiano grattugiato
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Pulire lo scalogno, lavarlo e affettarlo finemente; tagliate il prosciutto di Praga a dadini.
In un largo tegame scaldate un po' di olio, aggiungete lo scalogno e fate appassire a fuoco vivace.
Aggiungete anche il prosciutto e i piselli; regolate di sale e pepe e grattugiate un po' di noce moscata. Continuate la cottura a fuoco dolcissimo, aggiungendo un p' di acqua di cottura se necessario.
Quando l’acqua bolle, salatela, versate una goccia di olio EVO e tuffate i pansoti.
Quando i pansoti saranno al dente, scolateli e versateli nel tegame; aggiungete la panna e il parmigiano grattugiato, e mantecate per alcuni minuti. Suddividete nei piatti singoli, spolverare di parmigiano grattugiato e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini bio integrali con verza e merluzzo

taglierini bio integrali
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini biologici integrali Val di Vara
400 g merluzzo pulito
1 verza media
100 ml panna da cucina
1 piccola cipolla
olio extravergine d'oliva
1 cucchiaino curry
sale, pepe

Ponete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Tritate la cipolla e tagliate il merluzzo a cubetti.
Pulite la verza: sfogliatela, tritatela a striscioline eliminando la parte dura centrale e lavatela più volte accuratamente per eliminare tutta la terra. Scolatela ma non asciugatela (l'acqua vi aiuterà nella cottura).
Scaldate sul fuoco un tegame e, quando sarà ben caldo, aggiungete un filo d'olio EVO, il curry e la cipolla; soffriggete qualche minuto, quindi aggiungete la verza. Fate prendere calore, in modo che diminuisca un po' di volume, poi aggiungete anche il merluzzo. Aggiustate di sale e pepe, e cuocete a fuoco dolce allungando, se necessario, con un po' di acqua di cottura della pasta.
Quando l'acqua bolle, salatela e aggiungete i taglierini ed un filo d’olio.
Aggiungete la panna nel sugo e continuate la cottura a fuoco dolce.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli, versateli nel tegame, mescolate delicatamente per qualche minuto, poi suddividete nei singoli piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Riso venere con gamberoni e asparagi

Riso_venere_black_rice_copertina-300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g riso venere
500 g gamberoni
250 g asparagi
100 ml panna
1 scalogno
1 l brodo vegetale arricchito con gli scarti dei gamberoni
Vino bianco secco
burro
buccia di limone grattugiata
sale, pepe, dragoncello

Lavate e pulite i gamberoni: rimuovete la testa e il carapace e teneteli a parte, quindi eliminate l'intestino.
Preparate il brodo vegetale aggiungendo le teste ed il carapace dei gamberi.
Lavate e pulite con attenzione gli asparagi, eliminate la parte dura del gambo, tagliate circa 3 cm di punta e mettetela da parte e riducete il resto a rondelle di 5 mm di spessore.
Pulite ed affettate finemente lo scalogno. Scaldate il brodo.
In una pentola fate fondere un pezzo di burro, quindi aggiungete lo scalogno, fate rosolare per qualche minuto, e aggiungete anche i gambi degli asparagi a rondelle; dopo qualche altro minuto, versate anche il riso; tostate, aggiungete i gamberoni, fate prendere calore, poi sfumate con il vino bianco.
Appena il vino sarà evaporato continuate la cottura aggiungendo brodo caldo, filtrandolo con un colino a maglie strette, e mescolando regolarmente; all'incirca a metà cottura aggiungete le punte di asparago ed il dragoncello, poi continuate regolarmente con il brodo.
Quando il riso sarà quasi cotto, aggiungete metà della panna e continuate a mescolare. Aggiustate di sale e pepe.
Infine, a cottura ultimata, spegnete il fuoco e lasciate riposare per un paio di minuti.
Distribuite nei piatti, fate un piccolo disegno con la panna avanzata, aggiungete un po' di buccia di limone grattugiato e servite.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Spätzle verdi con speck e toma di malga

spatzle_verdi_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g spätzle verdi
200 g speck in fette spesse
100 g toma di malga
100 g panna
100 g funghi porcini
burro
1 scalogno
parmigiano grattugiato
sale, pepe nero grattugiato al momento, maggiorana

Pulite e tritate lo scalogno, pulite e tagliate a fettine sottili i porcini, tagliate lo speck e la toma di malga a dadini.
Scaldate un tegame con un bel pezzo di burro e, quando sarà fuso, aggiungete lo scalogno e lo speck. Soffriggete per qualche minuto, quindi unite i porcini, la panna, la toma, la maggiorana e gli spätzle.
Continuate la cottura a fuoco basso per 5-6 minuti mescolando spesso, finché gli spätzle saranno teneri, aggiungendo eventualmente mezzo bicchiere d'acqua se la panna dovesse asciugarsi troppo. Aggiustate di sale e pepe.
Distribuite nei piatti, spolverate con il parmigiano grattugiato e servite in tavola.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Rotoli di lasagne ricce con pollo e formaggi

Un piatto ricco, da servire come piatto unico, con una bella insalata a fianco!
Ingredienti (per 4-6 persone):
Lasagne ricce
500 g lasagne ricce
400 g sfilacci di pollo cotti
150 g pancetta a dadini (normale o affumicata, come si preferisce)
200 g panna
100 g formaggio cremoso
100 g scamorza grattugiata
100 g parmigiano grattugiato
100 g burro
olio EVO
erba cipollina
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua e accendete il forno a 175°C.
Nel frattempo in un tegame alto aggiungete burro, formaggio cremoso e panna e portate a bollore. Aggiustate di sale e pepe, quindi aggiungete il parmigiano e mescolate per un paio di minuti, finché non sarà ben amalgamato.
In un altro tegame, abbrustolite la pancetta.
Versate uno strato sottile della crema ottenuta sul fondo di una teglia, quindi rimettete sul fuoco e aggiungete pollo e pancetta; mescolate per bene e spegnete la fiamma.
Quando l’acqua bolle, salatela, versatevi un goccio d'olio EVO e tuffate le lasagne ricce.
Appena la pasta si sarà ammorbidita, scolatela e appoggiatela ben distesa su un canovaccio pulito.
Depositate ad una estremità di ogni lasagnetta 1 cucchiaio del composto di formaggio, pollo e pancetta, e arrotolate; mettete il rotolo così ottenuto nella teglia. Quando avrete preparato tutti i rotoli, ricoprite con il composto di formaggio, pollo e pancetta rimasto, aggiungete la scamorza ed infornate a 175°C per 30 minuti.
Al termine, distribuite nei piatti dei commensali, spolverate con un po' di erba cipollina e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF