Scialatielli con peperoni, luganega e dragoncello

Una ricetta molto saporita, adatta per un pranzo domenicale, ancor più con le prime giornate fresche…
Ingredienti (per 4-6 persone):
Scialatielli
500 g scialatielli
300 g luganega
1 peperone giallo
1 peperone verde
olio EVO
1 scalogno
pecorino grattugiato
dragoncello
sale, pepe nero macinato al momento

Accendete il forno alla temperatura massima.
Lavate e asciugate i peperoni, quindi disponeteli sulla teglia sopra un foglio di carta da forno ed infornateli.
Girateli ogni 5 minuti e lasciateli finché la pelle sarà abbrustolita; toglieteli quindi dal forno e metteteli in un contenitore coperto. Lasciateli riposare per cinque minuti, quindi spellateli, apriteli ed eliminate picciolo e semi. Tagliateli a filetti.
Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Pulite e lavate lo scalogno e tritatelo; spellate la luganega, quindi sgranatela in una scodella con una goccia di olio, aiutandovi con una forchetta.
In una capace padella, fate scaldare dell'olio EVO. Aggiungete lo scalogno quindi, dopo alcuni minuti, la luganega. Lasciate rosolare, poi aggiungete i filetti di peperone e il dragoncello e lasciate cuocere a fuoco basso, aggiungendo un po' d'acqua di cottura se fosse necessario. Aggiustate di sale e pepe.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate gli scialatielli.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con il sugo. Fate insaporire per un paio di minuti, quindi distribuite nei piatti dei commensali, spolverate con il pecorino e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Pappardelle con speck, gorgonzola e peperoni

Un piatto non leggerissimo, ma estremamente saporito!
Ingredienti (per 4-6 persone):
Pappardelle
500 g pappardelle
150 g speck un una sola fetta
200 g gorgonzola
50 g panna da cucina
1 peperone
1 bustina zafferano
1 scalogno
olio EVO
parmigiano grattugiato
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Tritare lo scalogno, tagliate lo speck ed il gorgonzola a dadini e il peperone a listarelle.
In una capace padella, fate scaldare dell'olio EVO. Aggiungete lo scalogno quindi, dopo alcuni minuti, lo speck ed il peperone; dopo aver rosolato per qualche altro minuto, aggiungete la panna e, appena sarà calda, lo zafferano e poi il gorgonzola. Fate scaldare, a fiamma molto dolce, aggiungendo, se necessario, una goccia di latte fino ad ottenere una crema.
Aggiustate di sale e pepe. Tenete in caldo.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le pappardelle.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella; mescolate delicatamente per un paio di minuti quindi distribuite nei piatti dei commensali; aggiungete una spolverata di parmigiano grattugiato e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Insalata di trofie al nero di seppia con gamberi e peperoni al forno

Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie al nero di seppia Val di Vara
250 g gamberi sgusciati
1 peperone rosso
1 peperone giallo
1 peperone verde
1 spicchio aglio
Olio extravergine d'oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe, timo fresco

Accendete il forno alla temperatura massima.
Lavate ed asciugate i peperoni, quindi disponeteli sulla teglia, sopra un foglio di carta forno e infornateli.
Girateli ogni 5 minuti e lasciateli finché la pelle sarà abbrustolita; toglieteli quindi dal forno e disponeteli in un contenitore coperto. Lasciateli riposare per 5 minuti, quindi spellateli, apriteli, eliminate picciolo e semi e conservate e filtrate il liquido che avranno formato durante la cottura. Tagliateli a filetti.
In una ciotola, mescolate olio EVO, sale, pepe, lo spicchio d'aglio tagliato a fettine sottili e il timo, quindi aggiungete i peperoni e mescolate bene. Lasciate riposare almeno 30 minuti (potete lasciare in infusione anche fino al giorno successivo, in frigorifero).
Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Mentre l'acqua bolle, in un tegame scaldate un po' d'olio EVO, quindi soffriggete i gamberi per pochi minuti e spegnete la fiamma.
Aggiustate di sale e pepe e aggiungete un rametto di timo.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le trofie.
Quando saranno al dente, scolate le trofie e raffreddatele sotto l'acqua corrente, quindi versatele in una zuppiera, aggiungete i gamberi tiepidi ed i filetti di peperone con il loro condimento.
Mescolate e servite i vostri commensali.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Insalata di campanelle con calamari e peperoni

Fresca, al sapore di mare, colorata, saporita... cosa volere di più?
Ingredienti (per 4-6 persone):
campanelle o gigli_300
500 g campanelle
400 g anelli di calamari
1 peperone rosso
200 g mais precotto
1 mazzetto prezzemolo
olio EVO
vino bianco secco
sale, peperoncino fresco

Mettete sul fuoco due pentole d'acqua, una per la pasta e una per i calamari.
Lavate, asciugate e tagliate a dadini il peperone.
Lavate, asciugate e tritate finemente il prezzemolo.
Lavate, asciugate e tagliare ad anelli il peperoncino fresco, tenendo i semi se vi piace più piccante.
Quando l'acqua bolle, salatela e in una pentola tuffate le campanelle, nell'altra aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco secco e i calamari.
Quando la pentola dei calamari riprende il bollore, lasciate cuocere 2-3 minuti, poi scolateli e lasciateli raffreddare.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e raffreddatela sotto l'acqua corrente, quindi, dopo aver fatto scolare nuovamente l'acqua, versatela in una zuppiera; aggiungete un filo d'olio e mescolate.
Aggiungete i calamari, il peperone, il mais, il prezzemolo e il peperoncino; aggiustate di sale, mescolate con cura e portate in tavola.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF