Fregula con filetti di sgombro e "carnevale" di verdure

Fregula
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g fregula
200 g filetti di sgombro freschi
200 g pomodorini
2 carote
1 scalogno
olive nere
capperi sotto sale
prezzemolo
acciughe (o pasta d'acciughe)
olio EVO
timo
sale, pepe nero, possibilmente macinato al momento, zucchero

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Tritate finemente lo scalogno; pulite e tagliate a dadini le carote; tagliate in quarti i pomodorini. Mettete sul fuoco un largo tegame con un giro d'olio e, quando l'olio è caldo, aggiungete lo scalogno e soffriggete per alcuni minuti, quindi aggiungete le carote, le olive, i capperi ed i pomodorini. Spolverate con un pizzico di zucchero e lasciare cuocere a fuoco lento, aggiungendo, se necessario, qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta; aggiustate di sale e pepe. In un altro tegame scaldate un po' d'olio, quindi depositate i filetti di sgombro dalla parte della pelle ed il timo; salate e pepate. Lasciate cuocere per 5 minuti, quindi recuperate la carne, eliminando la pelle, e sbriciolatela. In un mixer, o utilizzando un frullatore ad immersione, riducete in crema il prezzemolo con le acciughe e qualche cucchiaio di olio.
Quando l'acqua bolle, salatela ed aggiungete la fregula ed un goccio d'olio.
Quando la fregula sarà al dente, scolatela e versatela nel tegame con la verdura, aggiungete gli sgombri, mescolate per qualche minuto e fiamma viva per scaldare tutto insieme, quindi distribuite nei piatti, irrorate con un paio di cucchiai di salsa al prezzemolo e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini freschi all'ortica con ragù di calamari

taglierini ortica_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 kg Taglierini freschi all'ortica Val di Vara
400 g calamari puliti
200 g pomodori datterini
1 spicchio aglio
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
vino bianco
50 g pane grattugiato
prezzemolo
sale, peperoncino

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo lavate e asciugate bene i calamari ed i pomodori, quindi tagliate tutto a dadini.
In un tegame soffriggete per qualche minuto un po' d'olio EVO con lo spicchio d'aglio schiacciato, quindi levate l'aglio. Aggiungete i calamari ed i pomodori, lasciate per un paio di minuti, quindi sfumate con il vino bianco. Salate, insaporite con il peperoncino secondo il vostro gusto, e cuocete per pochi minuti.
In un altro tegame, scaldate un filo d'olio, aggiungete il pane grattugiato, e fate tostare finché sarà croccante.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i taglierini.
Mentre la pasta cuoce, tritate il prezzemolo.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli e versateli nella padella con il sugo di calamari; mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi spolverate con il pane croccante ed il prezzemolo tritato, distribuite nei piatti dei commensali e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Tagliatelle verdi con vongole, pomodorini e fagiolini

tagliatelle verdi 200
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 Kg Tagliatelle verdi fresche
1 Kg vongole in conchiglia
400 g pomodori ciliegini
200 g fagiolini puliti
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
timo, buccia di limone da grattugiare sale, pepe

Lavate le vongole e mettetele a bagno in acqua e sale per almeno 1 ora. Quindi mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo disponete le vongole in un capace tegame e fatele aprire a fuoco vivo per 5 minuti a tegame coperto. Eliminate le conchiglie tenendone qualcuna per guarnire, tenete a parte i molluschi e filtrate il liquido di cottura. Pulite i fagiolini, tagliateli a pezzetti e tagliate i pomodorini a metà Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate i fagiolini; dopo un paio di minuti, aggiungete le tagliatelle ed un filo d’olio.
Quando le tagliatelle saranno al dente, scolatele insieme ai fagiolini e versatele nel tegame in cui avevate fatto aprire le vongole, assicurandovi che non ci sia sabbia; aggiungete le vongole ed il liquido di cottura filtrato, aggiustate di sale e pepe e insaporite con alcune foglioline di timo. Infine, dopo un paio di minuti, aggiungete i pomodorini tagliati a metà e la buccia di limone grattugiata e servite in una zuppiera o nei singoli piatti. Si può gustare anche tiepida.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini freschi con crema di melanzane, pomodorini confit e ricotta salata

taglierini uovo_lr
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 Kg Taglierini freschi all’uovo Val di Vara
400 g pomodori ciliegini
1 melanzana grande
50 g ricotta salata
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
zucchero
timo, origano, mentuccia
sale, pepe

Scaldate il forno a 180° (statico) o 140°C (ventilato).
Lavate i pomodorini e asciugateli bene. Tagliateli a meta e disponeteli sulla teglia del forno ricoperta di carta forno, con la parte tagliata rivolta verso l'alto. Salate, pepate, spolverate con poco zucchero, aggiungete timo, origano e un filo d'olio EVO. Infornate e lasciate cuocere per circa 90 minuti. Lavate la melanzana, eliminate le estremità e tagliatela a metà nel senso della lunghezza. Ungetela con un filo d'olio EVO. Infornate e lasciate cuocere per circa 60 minuti. Quando i pomodorini e la melanzana saranno pronti, mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo con un cucchiaio estraete la polpa della melanzana e mettetela in un frullatore con qualche fogliolina di mentuccia e in filo d'olio EVO; frullate fino ad ottenere un composto cremoso, eventualmente aggiungendo qualche cucchiaio d'acqua. Regolate di sale e pepe. Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete i taglierini ed un filo d’olio.
Mentre i taglierini cuociono, scaldate la crema di melanzane in un largo tegame e grattugiate la ricotta salata.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli e versateli nella padella, aggiungete i pomodorini confit, spolverate con la ricotta salata grattugiata, mescolate delicatamente per un paio di minuti e servite in una zuppiera o nei singoli piatti.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Lasagne bianche con pesce e frutti di mare

lasagna 200
Ingredienti per 6-8 porzioni:
500 g pasta per lasagne fresca
200 g gamberi sgusciati
200 g canestrelli (molluschi) senza conchiglia
400 g merluzzo senza pelle e lische
200 g pomodori ciliegini
50 g olive nere a rondelle
50 g olive verdi a rondelle
100 g burro
100 g farina
1 l latte
timo fresco, coriandolo, noce moscata, zenzero
sale, pepe, zucchero

Lavate e asciugate accuratamente tutto il pesce e tagliate grossolanamente a pezzetti il merluzzo. Tagliate in otto parti i pomodorini e conditeli con zucchero, sale e pepe; lasciateli riposare.
In una pentola, portate il latte ad ebollizione con sale, pepe, timo, coriandolo e zenzero.
Quando bolle, versate il pesce e lasciate cuocere a fuoco molto dolce per 5 minuti. Recuperate il pesce e, se necessario, filtrate il latte.
In un'altra pentola fate fondere il burro senza farlo friggere, quindi incorporate la farina e con una frusta mescolate bene per formare un roux, finché non si colora leggermente; mescolando sempre aggiungete il latte caldo lentamente, grattugiate un po' di noce moscata e lasciate sul fuoco finché non si addensa - 3-4 minuti - per ottenere una besciamella morbida (se necessario, aggiungete ancora un po' di latte).
Tritate abbastanza finemente il pesce, quindi incorporatelo alla besciamella; incorporate anche i pomodorini e le olive verdi e nere.
Prendete una teglia e rivestitela di carta forno o ungetela bene con il burro. Mettete sul fondo uno strato sottile di besciamella, quindi alternate strati di pasta e besciamella mista al pesce. Terminate ricoprendo bene con la besciamella in modo che la pasta non si secchi in forno. Coprite la teglia con un foglio di alluminio. Tutta questa preparazione si può fare anche il giorno prima, conservando le lasagne in frigorifero. Toglietele almeno un'ora prima di infornarle e tenetele a temperatura ambiente.
Scaldate il forno a 200°C.
Cuocete le lasagne in forno caldo per 20 minuti circa, togliendo il foglio di alluminio 5 minuti prima della fine, finché non saranno ben calde e leggermente dorate in superficie.
Una volta pronte distribuitele nei piatti e servite. P.S.: potete variare il pesce come preferite, aggiungendo anche cozze, vongole o altri molluschi.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Insalata di trofie fresche con tonno e carciofini

trofie_lr_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 Kg Trofie fresche di farina "00" granito Val di Vara
200 g carciofini sott'olio
300 g tonno sott'olio
300 g pomodori ciliegini
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
capperi
acciughe
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo tagliate i carciofini a pezzetti, i pomodori a spicchi e sminuzzate il tonno. Pestate le acciughe con un po' d'olio, quindi, quando saranno ridotte in una pasta, aggiungete altro olio a piacere (servirà a condire le trofie) Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le trofie ed un filo d’olio. Quando le le trofie saranno al dente, scolatele e raffreddatele sotto l'acqua corrente, quindi versate nella zuppiera; aggiungete il tonno, i carciofini, i pomodorini ed i capperi, condite con l'olio all'acciuga, lasciate riposare per qualche tempo in frigorifero e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Malloreddus con vongole, verza e bottarga

malloreddus singolo
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g malloreddus
500 g vongole
500 g verza
200 g pomodori datterini
10 g bottarga di muggine o tonno
1 scalogno
vino bianco
olio EVO
sale, pepe, zucchero

Lavate le vongole e mettetele a bagno con acqua e sale per almeno un'ora.
Tritate la verza sottile e lavatela bene.
Tritate anche lo scalogno e tagliate i pomodori in quattro.
Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Disponete le vongole in un tegame con qualche cucchiaio di olio EVO e acqua e fatele aprire a fuoco vivo per 5 minuti con il coperchio. Eliminate le vongole che non si fossero aperte, estraete i molluschi e teneteli a parte, conservandone qualcuno con la conchiglia per guarnire, e filtrate il liquido di cottura. Sciacquate il tegame per eliminare eventuale sabbia e ponetelo nuovamente sul fuoco, quindi aggiungete un filo d'olio EVO e lo scalogno. Fate soffriggere per qualche minuto, poi aggiungete anche la verza e lasciate insaporire; aggiustate di sale e pepe. Sfumate con il vino bianco e, quando sarà evaporato, aggiungete il liquido delle vongole filtrato, i pomodorini ed un pizzico di zucchero. Continuate la cottura a fuoco molto dolce per 10 minuti, aggiungendo, se necessario, un po' di acqua di cottura. Dopo i 10 minuti, aggiungete anche le vongole sgusciate.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete malloreddus.
Una volta cotti, versateli nel tegame con il sugo; spolverate con la bottarga e lasciate insaporire per un paio di minuti, poi distribuite nei piatti, guarnite con le vongole con il guscio che avevate tenuto a parte e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Insalata di trofie fresche con pesto e frutti di mare

trofie_lr_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 Kg Trofie fresche di farina "00" granito Val di Vara
2x150 g Pesto alla genovese Val di Vara
1 Kg conchiglie (cozze, vongole, fasolari...)
300 g code di gambero
300 g calamari
300 g pomodori ciliegini
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
vino bianco
1 spicchio aglio (se piace)
sale, pepe

Lavate le conchiglie e mettetele a bagno in acqua e sale per almeno 1 ora. Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua. Nel frattempo disponete le conchiglie in un capace tegame e fatele aprire a fuoco vivo per 5 minuti a tegame coperto. Eliminate le conchiglie tenendone qualcuna per guarnire, tenete a parte i molluschi e filtrate il liquido di cottura. Pulite i gamberi eliminando il carapace ed il filo nero sul dorso, e tagliate a striscioline i calamari. In un tegame (anche quello dove avete fatto aprire le conchiglie, purché non ci sia sabbia) scaldate un po' d'olio e lo spicchio di aglio; aggiungete i calamari ed insaporite per un paio di minuti, quindi aggiungete i gamberi. Dopo altri due minuti, sfumate con un po' di vino bianco, aggiustate di sale e pepe, aggiungete i pomodori ciliegini tagliati a spicchi, quindi continuate la cotture per ulteriori 10 minuti aggiungendo, se necessario, il liquido di cottura filtrato delle conchiglie, poi fate raffreddare Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le trofie ed un filo d’olio. Versate il pesto in una capace zuppiera, aggiungere un mestolino di acqua di cottura e mescolate. Quando le le trofie saranno al dente, scolatele e raffreddatele sotto l'acqua corrente, quindi versate nella zuppiera con il pesto, aggiungete i frutti di mare freddi, lasciate riposare per qualche tempo in frigorifero e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Gran ravioli al pesto e fagiolini con gamberi e pomodorini

gran raviolo verde_lr
Ingredienti (per 4-6 persone):
  • 1 Kg Gran ravioli al pesto e fagiolini Val di Vara
  • 500 g di gamberi
  • 500 g pomodorini ciliegia
  • Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
  • vino bianco
  • sale, pepe, zucchero

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo sgusciate i gamberi, lavateli e privateli dell’intestino.
Tagliate in quarti i pomodorini ciliegia.
In una capace padella, scaldate un poco d’olio, quindi aggiungete i gamberi, rosolate per qualche minuto e sfumate con il vino bianco.
Aggiungete i pomodorini, salate, pepate ed aggiungete un pizzico di zucchero, per togliere l’acidità ai pomodorini. Continuate la cottura per 5 minuti.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete i gran ravioli ed un filo d’olio.
Quando i ravioli saranno al dente, scolateli e versateli nella padella; riaccendete il fuoco sotto alla padella, mescolate delicatamente per un paio di minuti e servite in una zuppiera o nei singoli piatti.

Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Taglierini al nero di seppia con ragù di aragosta

taglierini nero seppia_150
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini al nero di seppia Val di Vara
500 g polpa di aragosta
300 g pomodori ciliegini
1 cipolla
1 spicchio aglio
olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
vino bianco secco
sale, pepe, zucchero, prezzemolo

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Tritate finemente la cipolla, tagliate a metà i pomodorini e a dadini la polpa di aragosta.
In un tegame scaldate un po' di olio EVO, quindi aggiungete l'aglio (che potrete togliere dopo un paio di minuti, oppure, se vi piace un po' più forte, aggiungetelo spremuto) e la cipolla; dopo un paio di minuti aggiungete i pomodorini, spolverate con un pizzico di zucchero e cuocete per una decina di minuti, aggiungendo, se necessario, un po' d'acqua. Aggiungete anche la polpa di aragosta, rosolate un paio di minuti, quindi irrorate con il vino bianco e fate evaporare, aggiustate di sale e pepe e continuate la cottura a fuoco dolcissimo.
Tritate il prezzemolo.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete i taglierini ed un filo d’olio.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli, versateli nel sugo, aggiungete il prezzemolo e mescolate delicatamente per un paio di minuti, quindi suddividete nei singoli piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Gnocchi con vongole e pesto di rucola e noci

gnocco_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g gnocchi di patate
1 kg vongole in conchiglia
200 g pomodori ciliegini
100 g rucola
50 g gherigli di noce
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
2 cucchiai di parmigiano grattugiato (facoltativo)
sale, pepe

Lavate le vongole e mettetele a bagno in acqua e sale per almeno 1 ora.
Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo, disponete le vongole in un tegame con qualche cucchiaio di olio e acqua e fatele aprire a fuoco vivo per 5 minuti a tegame coperto. Eliminate le vongole che non si fossero aperte, estraete i molluschi e teneteli a parte, conservandone qualcuno con la conchiglia per guarnire, e filtrate il liquido di cottura. Sciacquate il tegame che utilizzerete nuovamente più tardi, per eliminare eventuale sabbia fuoriuscita dalle vongole.
Lavate la rucola ed asciugatela.
Aggiungete nel frullatore la rucola, i gherigli di noce, il formaggio (se volete usarlo), sale, pepe e olio EVO e frullate il tutto fino ad ottenere una crema omogenea; regolate l'olio in modo da ottenere una consistenza abbastanza fluida.
Tagliate i pomodorini in quattro spicchi.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete gli gnocchi.
Man mano che vengono a galla, scolateli con una schiumarola e versateli nel tegame che avevate utilizzato per aprire le vongole; aggiungete i molluschi, il liquido di cottura filtrato e i pomodorini a spicchi e scaldate il tutto per un paio di minuti. Trasferite in una zuppiera, aggiungete il pesto di rucola, mescolate gentilmente, distribuite nei piatti, decorate con le conchiglie che avevate tenuto a parte e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Trofie al nero di seppia in insalata con tre affumicati

Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie al nero di seppia Val di Vara
100 g salmone affumicato
100 g tonno affumicato
100 g pesce spada affumicato
100 g panna acida
100 g songino
200 g pomodori ciliegini
Olio extravergine d'oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Mentre l'acqua bolle, tritate i pesci affumicati, staccate le foglie di songino ad una ad una e tagliate in quarti i pomodorini.
Mescolate i pesci con la panna acida.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le trofie.
Quando saranno al dente, scolate le trofie e raffreddatele sotto l'acqua corrente, quindi versatene un terzo in una zuppiera, aggiungete un terzo del pesce, del songino e dei pomodorini, un giro d'olio EVO, sale e pepe e continuate a disporre strati in questo ordine fino ad esaurire gli ingredienti. Otterrete una serie di strati di colori diversi che vi permetteranno di presentare la vostra insalata di pasta in modo molto elegante.
Una volta in tavola, mescolate e servite i vostri commensali.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini bio al peperoncino con robiola, rucola e pomodorini

taglierini bio peperoncino_200
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini biologici al peperoncino Val di Vara
200 g robiola
200 g rucola
200 g pomodorini ciliegia
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe, zucchero

Ponete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Nel frattempo, tagliate i pomodorini in quattro spicchi e tritate grossolanamente la rucola.
In un tegame, scaldate un goccio di olio EVO, quindi, a fiamma molto bassa, unite la robiola e i pomodorini; aggiungete un pizzico di zucchero, salate e pepate.
Lasciate sciogliere la robiola a fiamma molto bassa, aggiungendo, se necessario, qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta.
Quando l'acqua bolle, salatela e aggiungete i taglierini ed un filo d’olio.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli, versateli nella padella con il sugo, aggiungete la rucola, mescolate delicatamente per un paio di minuti, quindi suddividete nei singoli piatti e servite.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Insalata di trofie di farina "00" granito con pancetta, pollo e feta

trofie_lr_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie di farina "00" granito Val di Vara
250 g petto di pollo
250 g bacon in una sola fetta
250 g feta
250 g fagiolini puliti
250 g pomodorini ciliegia
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
basilico, timo
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo tagliate il bacon, il petto di pollo e la feta a dadini di circa 1 cm di lato, i pomodorini in quarti, e i fagiolini della stessa lunghezza delle trofie.
Scaldate sul fuoco un tegame e, quando sarà ben caldo, aggiungete il bacon a dadini e lasciatelo a fiamma alta finché sarà ben croccante.
Scolate il bacon e fatelo asciugare in un foglio di carta da cucina, quindi aggiungete nel grasso che sarà rimasto il petto di pollo; salate, pepate ed aggiungete delle foglioline di timo, fate ben rosolare da tutti i lati per pochi minuti, quindi scolatelo e fate asciugare anch'esso in un foglio di carta da cucina.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le trofie ed un filo d’olio; dopo un paio di minuti aggiungete anche i fagiolini.
Quando le trofie saranno al dente, scolate il tutto e raffreddatelo sotto l'acqua corrente, quindi versatelo in una zuppiera, aggiungete il bacon, il pollo, la feta, i pomodorini, alcune foglie di basilico spezzettate con le mani, un filo d'olio EVO, mescolate delicatamente e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Insalata di trofie al nero di seppia con gamberi e stracciatella pugliese

Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie al nero di seppia Val di Vara
200 g gamberi sgusciati
200 g stracciatella pugliese
200 g pomodori datterini
1 mazzetto di coriandolo fresco
Olio extravergine d'oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Mentre l'acqua bolle, in un tegame scaldate un po' d'olio EVO, quindi soffriggete i gamberi per pochi minuti e spegnete la fiamma.
Aggiustate di sale e pepe.
Tagliate in quattro spicchi i datterini e tritate il coriandolo.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le trofie.
Quando saranno al dente, scolate le trofie e raffreddatele sotto l'acqua corrente, quindi versatele in una zuppiera, aggiungete un giro d'olio EVO, i gamberi tiepidi, la stracciatella, i datterini ed il coriandolo tritato.
Mescolate e servite i vostri commensali.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Trofie di farina "00" granito con calamari e mais

trofie_lr_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie di farina "00" granito Val di Vara
500 g calamari puliti
200 g mais in scatola
200 g pomodorini ciliegia
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
1 scalogno
sale, zucchero, peperoncino

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo tagliate il bacon, il petto di pollo e la feta a dadini di circa 1 cm di lato, i pomodorini in quarti, e i fagiolini della stessa lunghezza delle trofie.
Scaldate sul fuoco un tegame e, quando sarà ben caldo, aggiungete il bacon a dadini e lasciatelo a fiamma alta finché sarà ben croccante.
Scolate il bacon e fatelo asciugare in un foglio di carta da cucina, quindi aggiungete nel grasso che sarà rimasto il petto di pollo; salate, pepate ed aggiungete delle foglioline di timo, fate ben rosolare da tutti i lati per pochi minuti, quindi scolatelo e fate asciugare anch'esso in un foglio di carta da cucina.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le trofie ed un filo d’olio; dopo un paio di minuti aggiungete anche i fagiolini.
Quando le trofie saranno al dente, scolate il tutto e raffreddatelo sotto l'acqua corrente, quindi versatelo in una zuppiera, aggiungete il bacon, il pollo, la feta, i pomodorini, alcune foglie di basilico spezzettate con le mani, un filo d'olio EVO, mescolate delicatamente e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Taglierini al nero di seppia con calamari, piselli e pomodorini

taglierini nero seppia_150
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Taglierini al nero di seppia Val di Vara
300 g anelli di calamaro
200 g piselli
200 g pomodori ciliegini
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
1 piccola cipolla
1 spicchio aglio (se piace)
vino bianco secco
sale, pepe, rosmarino

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Scamiciate lo spicchio d'aglio, tritate la cipolla e tagliate i pomodorini in quattro spicchi.
In un tegame scaldate un po' di olio EVO con la cipolla e lo spicchio d'aglio; dopo qualche minuto togliete l'aglio e aggiungete gli anelli di totano ed i piselli. Rosolate bene, quindi bagnate con il vino bianco; aggiustate di sale e pepe, aggiungete i pomodorini, insaporite con il rosmarino e continuate la cottura a fuoco dolcissimo per pochi minuti. Tenete in caldo.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete i taglierini ed un filo d’olio.
Quando i taglierini saranno al dente, scolateli, versateli nel sugo, mescolate delicatamente per un paio di minuti, quindi suddividete nei singoli piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Trofie al nero di seppia con friggitelli, filetti di sogliola e pomodori datterini

Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Trofie al nero di seppia Val di Vara
4 piccoli filetti di sogliola senza pelle
300 g friggitelli
200 g pomodori datterini
2 acciughe sott'olio
Olio extravergine d'oliva estratto a freddo di Levanto
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Mentre l'acqua bolle, in un tegame scaldate un po' d'olio EVO, quindi soffriggete i gamberi per pochi minuti e spegnete la fiamma.
Aggiustate di sale e pepe.
Tagliate in quattro spicchi i datterini e tritate il coriandolo.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le trofie.
Quando saranno al dente, scolate le trofie e raffreddatele sotto l'acqua corrente, quindi versatele in una zuppiera, aggiungete un giro d'olio EVO, i gamberi tiepidi, la stracciatella, i datterini ed il coriandolo tritato.
Mescolate e servite i vostri commensali.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Reginette con ragù ricco di cernia

reginette_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g reginette
250 g filetti di cernia senza pelle
200 g pomodorini ciliegia
100 g burrata
1 scalogno
olio EVO
vino bianco secco
coriandolo in polvere e in foglie
sale, pepe nero macinato al momento, timo, zucchero

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Tritate finemente lo scalogno e tagliate i pomodorini in quattro spicchi.
Mettete sul fuoco un largo tegame con dell'olio EVO e, quando sarà caldo, aggiungete lo scalogno e soffriggete per alcuni minuti, quindi aggiungete i filetti di cernia. Dopo qualche minuto sfumate con il vino bianco e, quando sarà evaporato, aggiungete i pomodorini, un pizzico di zucchero, il coriandolo in polvere ed il timo; aggiustate di sale e insaporite con il pepe secondo il vostro gusto. Con una spatola o un cucchiaio massaggiate delicatamente i filetti finché non si sbriciolano, eventualmente aggiungendo un po' di acqua di cottura della pasta.
Quando l'acqua bolle, salatela ed aggiungete le reginette ed un goccio d'olio.
Quando la la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nel tegame, aggiungete la burrata "stracciata" con le dita, le foglie di coriandolo, insaporite per qualche minuto quindi distribuite nei piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Insalata di ruote con polpa di granchio

ruote_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g ruote
200 g polpa di granchio
100 g robiola
100 g ricotta
200 g pomodori ciliegini
1 limone
burro, olio EVO
prezzemolo
sale, pepe nero macinato al momento

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Lavate, pulite ed tritate finemente il prezzemolo. Tritate grossolanamente la polpa di granchio.
Lavate accuratamente il limone, eventualmente anche con un po' di bicarbonato, quindi grattugiatene la buccia e spremetene il succo.
Lavate e tagliate in quattro spicchi i pomodorini.
Mettete la robiola e la ricotta in una ciotola, quindi lavoratele con una forchetta per qualche minuto, per renderle cremose; salate e pepate. 
Sciogliete un pezzetto di burro in un tegame, quindi fateci saltare la polpa di granchio per qualche minuto; la polpa di granchio si trova generalmente in scatola, già cotta: nel caso la vostra non sia cotta, saltatela in padella per qualche minuto in più.
Preparate una vinaigrette sciogliendo del sale nel succo di limone, quindi aggiungete del pepe, la buccia del limone grattugiata ed emulsionate con olio EVO con una frusta fino ad ottenere una salsa omogenea.
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffate le ruote.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e raffreddatela sotto l'acqua corrente, quindi, dopo aver fatto scolare nuovamente l'acqua, versatela in una zuppiera; aggiungete la polpa di granchio, i formaggi, i pomodorini, il prezzemolo, irrorate con la vinaigrette, mescolate delicatamente per qualche minuto e portate in tavola.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Insalata di strozzapreti con polpo

Una delle ultime insalate di pasta della stagione, che si mantiene bella…
Ingredienti (per 4-6 persone):
Strozzapreti
500 g strozzapreti
500 g polpo a pezzetti lessato
200 g pomodori ciliegini
50 g olive nere denocciolate
1 gambo di sedano bianco
succo di limone
olio EVO
prezzemolo
sale, peperoncino

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Tagliate i pomodori in quattro quarti, le olive a rondelle ed il sedano a bastoncini; lavate, asciugate e tritate il prezzemolo.
In una ciotola, preparate il condimento mescolando olio EVO, succo di limone, sale e peperoncino.
Quando l'acqua bolle, salatela e tuffate gli strozzapreti.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e raffreddatela sotto l'acqua corrente, quindi, dopo aver fatto scolare nuovamente l'acqua, versatela in una zuppiera; aggiungete il polpo, i pomodorini, le olive, il sedano, il prezzemolo e il condimento, aggiustate di sale e peperoncino, mescolate bene e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF