Scialatielli con peperoni, luganega e dragoncello

Una ricetta molto saporita, adatta per un pranzo domenicale, ancor più con le prime giornate fresche…
Ingredienti (per 4-6 persone):
Scialatielli
500 g scialatielli
300 g luganega
1 peperone giallo
1 peperone verde
olio EVO
1 scalogno
pecorino grattugiato
dragoncello
sale, pepe nero macinato al momento

Accendete il forno alla temperatura massima.
Lavate e asciugate i peperoni, quindi disponeteli sulla teglia sopra un foglio di carta da forno ed infornateli.
Girateli ogni 5 minuti e lasciateli finché la pelle sarà abbrustolita; toglieteli quindi dal forno e metteteli in un contenitore coperto. Lasciateli riposare per cinque minuti, quindi spellateli, apriteli ed eliminate picciolo e semi. Tagliateli a filetti.
Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Pulite e lavate lo scalogno e tritatelo; spellate la luganega, quindi sgranatela in una scodella con una goccia di olio, aiutandovi con una forchetta.
In una capace padella, fate scaldare dell'olio EVO. Aggiungete lo scalogno quindi, dopo alcuni minuti, la luganega. Lasciate rosolare, poi aggiungete i filetti di peperone e il dragoncello e lasciate cuocere a fuoco basso, aggiungendo un po' d'acqua di cottura se fosse necessario. Aggiustate di sale e pepe.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate gli scialatielli.
Quando la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nella padella con il sugo. Fate insaporire per un paio di minuti, quindi distribuite nei piatti dei commensali, spolverate con il pecorino e servite.
Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Tagliatelle verdi con salsiccia e gorgonzola

tagliatelle verdi 200
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 kg Tagliatelle verdi fresche Val di Vara
400 g luganega
200 g gorgonzola dolce
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
1/2 cipolla
sale, pepe nero

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo lavate, asciugate bene e tritate finemente la cipolla. Spellate la luganega, quindi sgranatela in una scodellina con una goccia d'olio EVO, aiutandovi con una forchetta.
Mettete sul fuoco un tegame con un po' d'olio EVO, quindi aggiungete la cipolla e rosolate finché non diventa trasparente. Aggiungete la luganega sgranata e lasciate cuocere a fuoco lento per qualche minuto.
Quando la luganega sarà ben rosolata, aggiungete il gorgonzola a pezzi e lasciate sciogliere a fiamma molto bassa, bagnando con un po' di acqua di cottura se necessario.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le tagliatelle.
Quando le tagliatelle saranno al dente, scolatele e versatele nella padella con il sugo; mescolate accuratamente per un paio di minuti quindi spolverate con pepe nero macinato fresco, distribuite nei piatti dei commensali e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Paglia e fieno alla norcina

tagliatelle bio_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Tagliatelle fresche all’uovo Val di Vara
500 g Tagliatelle verdi Val di Vara
200 g salsiccia fresca (idealmente di Norcia)
125 ml panna da cucina
1 scalogno
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
vino bianco
parmigiano grattugiato
Timo, sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo, spellate e sbriciolate le salsicce.
Tritate lo scalogno; in un capace tegame, scaldate dell'olio EVO, quindi aggiungete lo scalogno tritato e lasciare rosolare per un paio di minuti.
Aggiungete la salsiccia, fate rosolare ancora per un paio di minuti e sfumate con il vino bianco. Continuate la cottura a fuoco lento.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le tagliatelle ed un filo d’olio.
Mentre le tagliatelle cuociono, aggiungete al sugo la panna. Salate, pepate e aggiungete un rametto di timo.
Quando le tagliatelle saranno al dente, scolatele e versatele nella padella, spolverate con parmigiano grattugiato, mescolate delicatamente per un paio di minuti e servite in una zuppiera o nei singoli piatti.


Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Tagliatelle bio con castagne, porcini, salsiccia e ricotta

tagliatelle bio_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g Tagliatelle biologiche Val di Vara
300 g salsiccia
300 g porcini
200 g castagne
100 g ricotta
olio EVO
vino bianco
1 scalogno
timo
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo
- tritate finemente lo scalogno;
- pulite i porcini, tagliando ed eliminando la parte finale del gambo, quindi pulendoli dalla terra con un panno umido (se fossero molto sporchi, si possono passare velocemente sotto l'acqua) e tagliateli a fettine;
- sbucciate e spellate le castagne, ponendole nel forno a microonde a potenza massima per 3 minuti, dopo averle incise sul fondo, quindi tritatele grossolanamente;
- sgranate la salsiccia: per farlo più facilmente, spellatela e mettetela in una ciotola con un goccio d’olio, quindi massaggiatela con una forchetta;
- lavorate la ricotta in una ciotola con una forchetta per renderla cremosa.
Scaldate un tegame, quindi aggiungete un giro di olio EVO e lo scalogno. Fate rosolare per qualche minuto, poi aggiungete anche la salsiccia e continuate la cottura per qualche altro minuto; sfumate con un goccio di vino bianco. Aggiungete i funghi e, dopo qualche minuto, le castagne e il timo; aggiustate di sale e pepe. Continuate la cottura a fuoco dolcissimo aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta, se necessario.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete le tagliatelle ed un filo d’olio.
Quando le tagliatelle saranno al dente, scolatele, versatele nel sugo, aggiungente anche la ricotta e mescolate delicatamente per un paio di minuti, quindi suddividete nei singoli piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Ravioli "Antica ricetta della Val di Vara" con salsiccia e mascarpone

raviolo_lr_small
Ingredienti (per 4-6 persone):
1 Kg Ravioli "Antica ricetta della Val di Vara" con carne e verdure
200 g mascarpone
200 g salsiccia fresca
1 scalogno
Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
formaggio grattugiato
maggiorana
sale, pepe

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Nel frattempo tritate lo scalogno e mettetelo in una capace padella con un filo di olio EVO. Fatelo appassire, quindi aggiungete la salsiccia a lasciatela cuocere a fuoco lento.
Quando l’acqua bolle, salatela e aggiungete i ravioli ed un filo d’olio.
Quando i ravioli saranno al dente, scolateli e versateli nella padella; aggiungete il mascarpone, una macinata di pepe, la maggiorana e spolverate di formaggio grattugiato; mescolate delicatamente per un paio di minuti e servite in una zuppiera o nei singoli piatti.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Tagliatelle bio ai funghi porcini con salsiccia e carote

tagliatelle porcini
Ingredienti (per 4-6 persone):
  • 500 g Tagliatelle biologiche ai funghi porcini Val di Vara
  • 200 g salsiccia
  • 4-5 carote medie
  • 1 scalogno
  • Olio extravergine di oliva estratto a freddo di Levanto
  • sale, pepe, vino bianco, spezie

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d’acqua.
Quando l’acqua bolle, salatela e tuffate le tagliatelle.
Nel frattempo, pulite e tritate lo scalogno.
Mondate le carote e tagliatele a bastoncini sottili.
Sgranate la salsiccia: per farlo più facilmente, spellatela e mettetela in una ciotola con un goccio d’olio, quindi massaggiatela con una forchetta.
In una capace padella, versate un poco d’olio, quindi aggiungete lo scalogno tritato e fate appassire. Poi aggiungete le carote e la salsiccia, fate insaporire, quindi sfumate con un goccio di vino bianco. Salate, pepate e portate a cottura il sugo, aggiungendo, se necessario, un mestolino d’acqua di cottura della pasta. Insaporite con le vostre spezie preferite: provate maggiorana ed una punta di coriandolo!
Quando le tagliatelle sono al dente, scolatele e versatele nella padella con il condimento; fatele saltare per un paio di minuti, mescolando delicatamente, quindi distribuitele direttamente nei piatti completando, se vi piace, con una spolverata di parmigiano grattugiato.

Buon appetito!
Print Friendly and PDF

Strozzapreti con melanzane, salsiccia e taleggio

strozzapreti_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g strozzapreti
300 g salsiccia
200 g taleggio
100 g ricotta salata
1 melanzana
olio EVO
1 piccola cipolla
timo
vino bianco
sale, peperoncino

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua e accendete il forno a 200°C.
Lavate, pulite e tagliate a dadini la melanzana, quindi spolveratela con un po' di sale per far perdere l'acqua.
Sgranate la salsiccia: per farlo più facilmente, spellatela e mettetela in una ciotola con un po' d'olio, quindi massaggiatela con una forchetta.
Tagliate a dadini il taleggio e grattugiate la ricotta salata con una grattugia a fori grossi.
Mettete sul fuoco un largo tegame con dell'olio e, quando l'olio è caldo, asciugate i dadini di melanzana e friggeteli; poi scolateli su carta assorbente.
In un altro tegame scaldate un po' d'olio, quindi versate la salsiccia sbriciolata, il peperoncino ed il timo. Sfumate con il vino bianco, lasciate cuocere per 5 minuti, quindi spegnete la fiamma.
Quando l'acqua bolle, salatela ed aggiungete gli strozzapreti ed un goccio d'olio.
Quando la pasta sarà molto al dente, scolatela e tenetela da parte.
Prendete delle cocottine monoporzione e ungetele con un po' d'olio, quindi mettete in ognuna uno strato di pasta, dei dadini di melanzana e di taleggio e un po' di salsiccia; continuate creando gli strati con pasta, melanzane, taleggio e salsiccia finché la cocottina non sarà piena, quindi spolverate con un po' di ricotta salata.
Mettete in forno per 10-15 minuti, finché non saranno ben calde, eventualmente date un colpo di grill per dorare la superficie.
Appoggiate le cocottine sui piatti e servite, decorando con un rametto di timo.
Se preferite, invece di usare cocottine singole, potete usare una teglia e poi fare le porzioni direttamente nei piatti. Un po' meno scenografico, ma ugualmente buono...

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Strascinati con salsiccia e broccoli

strascinati_300
Ingredienti (per 4-6 persone):
500 g strascinati
300 g luganega
1 broccolo medio
100 g caciocavallo
1 cipolla
olio EVO
vino bianco secco
sale, peperoncino

Mettete sul fuoco una capace pentola piena d'acqua.
Pulite il broccolo ricavandone le cime e, se volete, spellate anche il gambo e ricavatene dei dadini; lavatelo in abbondante acqua.
Lavate, asciugate bene e tritate finemente la cipolla. Spellate la luganega, quindi sgranatela in una scodella con una goccia di olio EVO, aiutandovi con una forchetta. Grattugiate il caciocavallo.
Mettete sul fuoco un largo tegame con dell'olio EVO e, quando sarà caldo, aggiungete la cipolla e soffriggete per alcuni minuti, quindi aggiungete anche la luganega. Dopo qualche minuto sfumate con il vino bianco e, quando sarà evaporato abbassate la fiamma.
Appena l'acqua bolle, salatela e tuffate il broccolo; lessate per cinque minuti, quindi scolatelo e aggiungetelo al sugo. Portate a cottura, eventualmente aggiungendo un po' di acqua di cottura della pasta, aggiustando di sale e insaporendo con il peperoncino.
Tenete l'acqua in cui avete lessato il broccolo a bollore, versate gli strascinati ed un goccio d'olio.
Quando la la pasta sarà al dente, scolatela e versatela nel tegame, aggiungete il caciocavallo, mescolate per qualche minuto, quindi distribuite nei piatti e servite.

Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Risotto con zucca, salsiccia e taleggio

La stagione della zucca è nel suo pieno... come resistere a questa unione di sapori?
Ingredienti (per 4-6 persone):
Riso arborio
500 g riso Arborio
250 g zucca
250 g luganega
1 dl Vino bianco secco
100 g taleggio
1 scalogno
1 l brodo vegetale
1 dl latte
salvia
burro
parmigiano grattugiato
sale, pepe nero macinato al momento

Riscaldate il forno a 160°C. Sbucciate la zucca e tagliatela a fette, eliminando i semi; ungete con un po' di burro un foglio d'alluminio, appoggiatevi la zucca, qualche foglia di salvia e alcuni grani di sale grosso e chiudete il cartoccio.
Quando il forno sarà in temperatura, cuocetevi la zucca per 20 minuti, quindi tagliatela a dadini di 1 cm circa di lato.
Pulite ed affettate finemente lo scalogno. Togliete la crosta e tagliate a dadini il taleggio. Spellate la luganega, quindi sgranatela in una scodella con una goccia di olio EVO, aiutandovi con una forchetta.
Scaldate il brodo.
In una pentola fate fondere un pezzo di burro, quindi aggiungete lo scalogno, fate rosolare per qualche minuto, e aggiungete anche la zucca a dadini e la luganega; dopo qualche altro minuto, versate anche il riso; tostate, poi sfumate con il vino bianco.
Appena il vino sarà evaporato continuate la cottura aggiungendo brodo caldo e mescolando regolarmente; all'incirca a metà cottura aggiustate di sale e pepe, poi continuate con il brodo.
Quando il riso sarà quasi cotto, aggiungete il latte e continuate a mescolare.
Infine, a cottura ultimata, spegnete il fuoco, mantecate con il taleggio e lasciate riposare per un paio di minuti.
Distribuite nei piatti, spolverate con il parmigiano e servite.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF

Risotto con cavolo rosso e salsiccia

Date un po' di colore al vostro riso! Quando i vostri ospiti lo vedranno, rimarranno meravigliati! E quando lo assaggeranno, ancora di più...
Ingredienti (per 4-6 persone):
vialone nano_300
500 g riso vialone nano
400 g cavolo rosso
200 g salsiccia
50 g mandorle
1 scalogno
1 l brodo vegetale
vino bianco secco
burro, olio EVO
parmigiano grattugiato
timo
sale, pepe nero macinato al momento

Tagliate a strisce sottili il cavolo rosso, sciacquatelo e lasciatelo scolare.
Pulite ed affettate finemente lo scalogno e sciacquate il timo. Scaldate il brodo.
Spellate la salsiccia, quindi sgranatela in una scodella con un goccio d'olio, aiutandovi con una forchetta.
Tritate grossolanamente le mandorle.
In una pentola fate fondere un pezzo di burro, quindi aggiungete lo scalogno e il timo e fate rosolare per qualche minuto, poi aggiungete il cavolo rosso e un pizzico di sale e lasciate cuocere per 10 minuti, bagnando con un po’ di brodo se necessario; togliete dalla pentola circa un terzo del cavolo e versatevi il riso e la salsiccia; tostate, poi sfumate con il vino bianco.
Appena il vino sarà evaporato continuate la cottura aggiungendo brodo caldo e mescolando regolarmente.
A parte frullate il cavolo che avete tenuto da parte con del parmigiano e un po' di olio per ottenere una crema morbida.
Quando il riso sarà quasi cotto, aggiungete la crema di cavolo rosso e le mandorle tritate, e continuate a mescolare. Aggiustate di sale e pepe.
Infine, a cottura ultimata, spegnete il fuoco e lasciate riposare per un paio di minuti.
Distribuite nei piatti, spolverate con abbondante parmigiano grattugiato e servite.
Buon appetito!

Print Friendly and PDF